16 giugno 2010

Studi di settore: la multiattività

Focus N. 24 - pag.n. 33

Studi di settore: la multiattività - Focus N. 24 - pag.n. 33€ 10,00

+ IVA

Fra le novità più importanti, in materia di studi di settore, che hanno caratterizzato il periodo di imposta 2007 e che si ritrovano anche per il periodo di imposta 2009, figura senz’altro l’uscita di scena del modello Gerico Annotazione Separata relativo alle imprese multiattività e multipunto. Come noto, infatti, con il D.M. 11 febbraio 2008 è stata completamente rivista la disciplina inerente i cosiddetti contribuenti "multiattività" e "multipunto". Il decreto ha, in estrema sintesi, abolito già a decorrere dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2007, l'obbligo dell'annotazione separata dei componenti rilevanti per gli studi di settore (fatto salvo per i ricavi). Sono stati, inoltre semplificati notevolmente gli obblighi a carico dei citati contribuenti sancendo, di fatto, il definitivo tramonto di Gerico AS. A decorrere dal periodo di imposta 2007 le nuove disposizioni prevedono che si è in presenza di una multiattività qualora il soggetto che esercita due o più attività d'impresa (non rientranti nel medesimo studio) abbia un ammontare di ricavi, relativi alle attività non prevalenti superiori ad una determinata soglia percentuale (pari al 20% per il periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2007 e al 30% per quello in corsoalla data del 31 dicembre 2008) dell'ammontare complessivo dei ricavi conseguiti; in tal caso il soggetto applica lo studio di settore relativo all'attività prevalente esercitata e compila il prospetto multiattività presente nel medesimo studio di settore.
Categorie:Studi di Settore  –  Unico e 730
Studi di settore: la multiattività - Focus N. 24 - pag.n. 33€ 10,00

+ IVA

Le prossime Videoconferenze
CFP: 3
videoconferenza
21 dicembre 2017
Diretta: 14.30 - 17.30
€ 80,00
+ IVA

CFP: 3
Videoconferenza: gruppo al lavoro 6
23 gennaio 2018
Diretta: 14.30 - 17.30
€ 80,00
+ IVA