Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
16 giugno 2010

Studi di settore: la multiattività

Antonella Gemelli e Leonardo Pietrobon

Focus N. 24 - pag.n. 33

Studi di settore: la multiattività - Focus N. 24 - pag.n. 33€ 10,00

(prezzi IVA esclusa)

Fra le novità più importanti, in materia di studi di settore, che hanno caratterizzato il periodo di imposta 2007 e che si ritrovano anche per il periodo di imposta 2009, figura senz’altro l’uscita di scena del modello Gerico Annotazione Separata relativo alle imprese multiattività e multipunto. Come noto, infatti, con il D.M. 11 febbraio 2008 è stata completamente rivista la disciplina inerente i cosiddetti contribuenti "multiattività" e "multipunto". Il decreto ha, in estrema sintesi, abolito già a decorrere dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2007, l'obbligo dell'annotazione separata dei componenti rilevanti per gli studi di settore (fatto salvo per i ricavi). Sono stati, inoltre semplificati notevolmente gli obblighi a carico dei citati contribuenti sancendo, di fatto, il definitivo tramonto di Gerico AS. A decorrere dal periodo di imposta 2007 le nuove disposizioni prevedono che si è in presenza di una multiattività qualora il soggetto che esercita due o più attività d'impresa (non rientranti nel medesimo studio) abbia un ammontare di ricavi, relativi alle attività non prevalenti superiori ad una determinata soglia percentuale (pari al 20% per il periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2007 e al 30% per quello in corsoalla data del 31 dicembre 2008) dell'ammontare complessivo dei ricavi conseguiti; in tal caso il soggetto applica lo studio di settore relativo all'attività prevalente esercitata e compila il prospetto multiattività presente nel medesimo studio di settore.
Categorie:Studi di Settore  –  Unico e 730
Studi di settore: la multiattività - Focus N. 24 - pag.n. 33€ 10,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
02-04-2015

Scambio di partecipazioni a realizzo controllato conforme alla normativa Ue

Con una risposta all’interrogazione parlamentare n. 5-05215, formulata dagli onorevoli Cancelleri e Pesco, il Governo è intervenuto ieri sulla…
02-04-2015

Le Regioni non possono reintrodurre l’esenzione dal bollo sui veicoli storici

Le norme delle leggi regionali che prevedono ancora l’esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per le auto storiche sono incompatibili con…
02-04-2015

Per l’esenzione IMU/TASI sugli impianti di risalita ci vuole una norma ad hoc

Gli impianti di risalita sportivi, come funivie, sciovie e seggiovie, non sono utilizzabili dalla collettività quali mezzi di trasporto e quindi vanno…
02-04-2015

Firmata la Convenzione tra Italia e Vaticano

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato con apposito comunicato la sottoscrizione, ieri, 1° aprile 2015, di una Convenzione in…
02-04-2015

I dati sulle linee revolving possono essere attinenti all’attività di impresa

La Commissione tributaria provinciale di Firenze, con la sentenza n. 311/5/15, depositata il 18 marzo scorso, ha effettuato interessanti…
02-04-2015

Al di fuori del reverse charge le cessioni di beni con posa in opera

La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 14 del 27 marzo 2015, facendo il punto sull’estensione del reverse charge a nuove fattispecie ad opera…
02-04-2015

Nuove liste per la disciplina CFC

Il Ministro dell’Economia ha firmato il decreto datato 30 marzo 2015 che modifica la black list contenuta nel DM 21 novembre 2001, la quale a sua…
02-04-2015

Nuova black list “costi” senza Singapore ma con Hong Kong e Svizzera

È stato firmato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze il decreto, datato 30 marzo 2015, con il quale vengono ridefiniti gli Stati o territori a…
02-04-2015

Approvato il nuovo falso in bilancio

Dopo un lungo iter – che ha portato alla presentazione di circa 200 emendamenti sul testo originario – è stato approvato ieri dal Senato il c.d.…
01-04-2015

Studi di settore, in Gazzetta le modifiche per il periodo d’imposta 2014

Sul Supplemento Straordinario n. 5 della Gazzetta Ufficiale n. 75 di ieri, 31 marzo, è stato pubblicato il DM 30 marzo 2015, che approva le modifiche…
01-04-2015

Nell’estinzione del processo termine per notificare la cartella “differenziato”

Per effetto dell’art. 25 del DPR 602/73, la cartella di pagamento deve essere notificata, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del secondo anno…
01-04-2015

Coordinamento tra bonus assunzioni qualificate e bonus R&S

La Fondazione Nazionale Commercialisti, con documento di ieri, 31 marzo, analizza la disciplina del credito d’imposta per l’assunzione di personale…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it