Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
16 giugno 2010

Studi di settore: la multiattività

Antonella Gemelli e Leonardo Pietrobon

Focus N. 24 - pag.n. 33

Studi di settore: la multiattività - Focus N. 24 - pag.n. 33€ 10,00

(prezzi IVA esclusa)

Fra le novità più importanti, in materia di studi di settore, che hanno caratterizzato il periodo di imposta 2007 e che si ritrovano anche per il periodo di imposta 2009, figura senz’altro l’uscita di scena del modello Gerico Annotazione Separata relativo alle imprese multiattività e multipunto. Come noto, infatti, con il D.M. 11 febbraio 2008 è stata completamente rivista la disciplina inerente i cosiddetti contribuenti "multiattività" e "multipunto". Il decreto ha, in estrema sintesi, abolito già a decorrere dal periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2007, l'obbligo dell'annotazione separata dei componenti rilevanti per gli studi di settore (fatto salvo per i ricavi). Sono stati, inoltre semplificati notevolmente gli obblighi a carico dei citati contribuenti sancendo, di fatto, il definitivo tramonto di Gerico AS. A decorrere dal periodo di imposta 2007 le nuove disposizioni prevedono che si è in presenza di una multiattività qualora il soggetto che esercita due o più attività d'impresa (non rientranti nel medesimo studio) abbia un ammontare di ricavi, relativi alle attività non prevalenti superiori ad una determinata soglia percentuale (pari al 20% per il periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2007 e al 30% per quello in corsoalla data del 31 dicembre 2008) dell'ammontare complessivo dei ricavi conseguiti; in tal caso il soggetto applica lo studio di settore relativo all'attività prevalente esercitata e compila il prospetto multiattività presente nel medesimo studio di settore.
Categorie:Studi di Settore  –  Unico e 730
Studi di settore: la multiattività - Focus N. 24 - pag.n. 33€ 10,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
20-10-2014

Accertamento analitico-induttivo anche se la simulazione non è provata

La recente sentenza n. 21158/2014 della Cassazione fornisce alcuni interessanti spunti di riflessione sulla relazione intercorrente tra l’accertamento…
20-10-2014

Dal 2015 senza IRAP i costi per dipendenti a tempo indeterminato

Confermando quanto annunciato dal premier Renzi, la bozza del Ddl. di stabilità 2015 prevede che, dal periodo d’imposta successivo a quello in corso…
20-10-2014

Nel regime forfetario, contributi dovuti solo sul reddito dichiarato

I soggetti che potranno accedere al regime forfetario previsto dall’art. 9 del Ddl. di stabilità 2015 avranno anche la possibilità di beneficiare di…
20-10-2014

Istituti deflativi del contenzioso “semplificati”

Scelte dei contribuenti al restyling quando la legge di stabilità sarà entrata in vigore: nell’ambito degli istituti deflativi del contenzioso…
20-10-2014

Aliquote “potenziate” delle detrazioni per gli immobili anche per il 2015

L’art. 8 del Ddl. di stabilità 2015 che è stato approvato dal Governo il 15 ottobre contiene importanti novità sui bonus per gli interventi volti alla…
20-10-2014

Fallimento, incasso di credito “sopravvenuto” da dichiarare

La Cassazione, con la sentenza n. 42886/2014, ha affrontato il caso di un contribuente dichiarato fallito – la cui procedura concorsuale si è, poi,…
20-10-2014

Revisori degli enti locali, il CNDCEC scrive al Governo

Il Consiglio nazionale dei commercialisti scrive al Governo Renzi per chiedere di discutere assieme, tramite l’istituzione di un tavolo tecnico, le…
20-10-2014

Con la legge di stabilità, TFR in busta paga e risorse per il “Jobs Act”

TFR in busta paga, sgravi contributivi per le assunzione a tempo indeterminato e risorse per gli ammortizzatori sociali. Sono queste le principali…
18-10-2014

Entro il 30 ottobre la comunicazione dei beni e dei finanziamenti ai soci

Più volte sulle pagine di questo quotidiano si è sottolineata la farraginosità della disciplina relativa alla comunicazione dei beni e dei…
18-10-2014

Agevolazioni prima casa, dichiarazione tardiva ammessa anche per l’usucapione

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 90 di ieri, ritorna sul tema delle dichiarazioni tardive per la richiesta delle agevolazioni prima casa…
18-10-2014

Penalizzata la donazione di partecipazioni già rivalutate

In vista della nuova proroga della rideterminazione del costo delle partecipazioni non quotate detenute al di fuori dal regime di impresa (art. 5…
18-10-2014

Erogazioni alle ONLUS, detrazione al 19% per gli enti non commerciali

Gli enti non commerciali possono continuare a detrarre le erogazioni liberali alle ONLUS, ma nella “vecchia” misura del 19%. È quanto chiarito…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it