Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
30 marzo 2012

Nuova disciplina del riporto delle perdite fiscali nella trasparenza, nel consolidato fiscali e nelle società di comodo

Memory n. 136 del 30.03.2012 a cura di Alessandro Borghese

L’art. 23, co. 9, del D.L. 6 luglio 2011, n. 98 ha modificato il regime di riportabilità delle perdite Ires – riservato a società di capitali ed enti commerciali nazionali, nonché stabili organizzazioni di soggetti non residenti – contenuto nell’art. 84 del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, abrogando il vincolo quinquennale al riporto delle perdite prodotte successivamente al primo triennio della costituzione, ed introducendo un limite quantitativo, pari all’80,00% del reddito imponibile dal quale scomputare le perdite riportabile. È stata, pertanto, confermata l’originaria facoltà di utilizzare illimitatamente le perdite conseguite nei primi tre esercizi dell’impresa, purchè effettivamente riferite ad una nuova attività produttiva, e non alla prosecuzione di un’altra, come per effetto di un’operazione straordinaria. In altri termini, ad eccezione del primo triennio di attività, il legislatore ha sostanzialmente garantito all’Erario – in assenza di ritenute e crediti tributari da scomputare, ai sensi dell’art. 79 del Tuir – materia imponibile per almeno il 20,00% del reddito prodotto in ogni periodo fiscale: le perdite eccedenti tale soglia sono comunque utilizzabili in un successivo periodo d’imposta, senza limiti di tempo. Rimane, invece, immutato l’originario principio di cui all’art. 84, co. 1, del Tuir, secondo cui le perdite possono essere utilizzate “in diminuzione del reddito complessivo in misura tale che l’importo corrispondente al reddito imponibile risulti compensato da eventuali crediti d’imposta, ritenute alla fonte a titolo di acconto, versamenti in acconto, e dalle eccedenze di cui all’articolo 80. La modifica dell’art. 84 del Tuir ha formato oggetto di alcune recenti precisazioni dell’Agenzia delle Entrate, prima con la C.M. 6 dicembre 2011, n. 53/E e, poi, nel corso del Telefisco del 25 gennaio 2012,. Nel presente lavoro, si analizzano i riflessi che la nuova disciplina del riporto delle perdite manifesta in presenza dell’opzione per la trasparenza e per il consolidato fiscale, nonché nell’ambito della disciplina delle società non operative.
Categorie:Ires
 

ABC News

 
30-08-2014

Legittimazione di usi civici esente dall’imposta di registro

Dal 24 giugno 2014, tutti gli atti immobiliari concernenti gli usi civici, sia che comportino un trasferimento di diritti reali, che in caso…
30-08-2014

La proroga dell’ecobonus “slitta” nella legge di stabilità

Con una conferenza stampa-fiume, sono stati presentati i provvedimenti presi ieri dal Consiglio dei Ministri che riguardano il c.d. decreto “Sblocca…
30-08-2014

Le agevolazioni fiscali per le coop non si estendono alle banche popolari

Le banche popolari non possono fruire – né hanno mai fruito – delle agevolazioni fiscali previste dall’art. 12 della L. n. 904/77 per le società…
30-08-2014

Expo e agricoltura, da lunedì via alle domande per i contributi

Il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF) ha dato il via alla selezione pubblica nazionale per l’erogazione di contributi…
30-08-2014

Revoca dell’amministratore di srl strumentale all’azione di responsabilità

La richiesta di consultare, in via d’urgenza, i libri sociali e la documentazione relativa all’amministrazione, ex art. 2476 comma 2 c.c., non può…
30-08-2014

Varato il “nuovo” processo civile

Nel Consiglio dei Ministri di ieri il Governo ha approvato un decreto legge con interventi in materia di degiurisdizionalizzazione e processo civile…
30-08-2014

Inflazione ancora in discesa

La pubblicazione del dato preliminare di agosto sull’inflazione della zona euro conferma le attese (0,3% tendenziale rispetto allo 0,4% del mese…
29-08-2014

Credito IVA “ante 2011” rimborsabile con presentazione tardiva del Modello VR

Con la sentenza n. 343/12/14 della Commissione Tributaria Provinciale di Brescia accoglie il ricorso di una contribuente avverso il diniego al…
29-08-2014

Registro rimborsato solo se lo Stato partecipa alla conciliazione giudiziale

È stato più volte trattato (Cass. nn. 23031/2007 e 237/2009, in senso contrario TAR del Lazio n. 7395/2012) il tema della valenza esclusivamente…
29-08-2014

Bonus ristrutturazioni anche per l’ufficio che diventa casa

Possono beneficiare della detrazione IRPEF del 36%-50% anche i lavori di ristrutturazione relativi ad un immobile adibito ad uso ufficio che, per…
29-08-2014

Definizione agevolata delle sanzioni anche solo parziale

È noto che il contribuente raggiunto da un avviso di accertamento o da un atto di contestazione delle sanzioni possa definire al terzo queste ultime…
29-08-2014

Fondi immobiliari prorogabili di altri due anni

La grave e perdurante crisi che ha colpito il mercato immobiliare ha creato evidenti difficoltà anche ai fondi di investimento immobiliari che, giunti…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it