Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
18 settembre 2012

Responsabilità solidale dell’appaltatore: le modifiche del DL n. 83/2012 (art. 13 ter DL n. 83/2012, Legge n. 134/2012)

Memory n. 358 del 18.09.2012 a cura di Riccardo Malvestiti

Con il DL n. 83/2012, convertito con legge n. 134/2012 il legislatore ha introdotto alcune modifiche in materia di solidarietà negli appalti. Nel dettaglio, il comma 28 dell’articolo 35, nel testo già sostituito dal comma 5-bis dell'art. 2 del D.L. 2 marzo 2012, n. 16, convertito dalla legge 26 aprile 2012, n. 44, nel testo modificato dal DL sviluppo e crescita sostenibile dispone che “In caso di appalto di opere o di servizi, l'appaltatore risponde in solido con il subappaltatore, nei limiti dell'ammontare del corrispettivo dovuto, del versamento all'erario delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e del versamento dell'imposta sul valore aggiunto dovuta dal subappaltatore all'erario in relazione alle prestazioni effettuate nell'ambito del rapporto di subappalto. La responsabilità solidale viene meno se l'appaltatore verifica, acquisendo la documentazione prima del versamento del corrispettivo, che gli adempimenti di cui al periodo precedente, scaduti alla data del versamento, sono stati correttamente eseguiti dal subappaltatore […]”. Con l’intervento del decreto sviluppo viene specificato quali sono le verifiche che l’appaltatore nonché il committente devono attivare se vogliono sottrarsi alla responsabilità solidale con chi ha effettuato i lavori. Viene prevista, inoltre, l’irrogazione di una sanzione da 5.000 euro a 200.000 a carico del committente che non adotti delle modalità di pagamento che garantiscano la verifica e la documentazione del corretto adempimento degli obblighi fiscali a carico di appaltatori e subappaltatori.
Categorie:Varie
 

ABC News

 
26-05-2015

Quasi 50 mila candidati per il 5 per mille 2015

Sono on line da ieri, sul sito dell’Agenzia delle Entrate, gli elenchi definitivi degli aspiranti beneficiari per il 2015 delle destinazioni del 5 per…
26-05-2015

I padiglioni fieristici scontano IMU e TASI

In vista della scadenza del pagamento della prima rata dell’IMU e della TASI, stabilita per il 16 giugno, è opportuno dare uno sguardo al trattamento…
26-05-2015

Il domicilio attrae la residenza fiscale in Italia

La sentenza della Cassazione n. 9723/2015 torna ad affrontare il tema dell’individuazione dei requisiti, formali e sostanziali, necessari per…
26-05-2015

Registro proporzionale per la sentenza che trasferisce l’immobile

La sentenza costitutiva degli effetti del contratto definitivo che, in caso di inadempimento del contratto preliminare di trasferimento immobiliare,…
26-05-2015

Regime fiscale agevolato per autonomi alla prova degli acconti

Il 2015 è il primo anno nel quale si applica il regime fiscale agevolato per autonomi introdotto dall’art. 1 commi 54-89 della L. 190/2014, legge di…
26-05-2015

Evasione ultra soglie da provare

È illogica e contraddittoria – e va quindi annullata – la sentenza di condanna per dichiarazione infedele che deduce dai soli elementi passivi…
26-05-2015

Segnalazioni di operazioni sospette dei professionisti in calo nel 2° semestre 2014

Nel secondo semestre del 2014, l’Unità di informazione finanziaria della Banca d’Italia ha ricevuto 34.183 segnalazioni di operazioni sospette (+3,3%…
26-05-2015

Pareri del Collegio in linea col giudizio dei revisori sul bilancio

In un precedente intervento (si veda “Al Collegio senza revisione non spettano controlli analitici sul bilancio” del 20 maggio 2015) sono state…
25-05-2015

Entro il 1° giugno il versamento della tassa annuale sulle imbarcazioni

Il 1° giugno 2015 (in quanto il 31 maggio è domenica) scade il termine per il versamento della tassa annuale per le unità da diporto (imbarcazioni e…
25-05-2015

Novità per le agevolazioni sulle start up innovative in UNICO 2015 SC

Con riferimento alle agevolazioni fiscali per i conferimenti in start up innovative di cui all’art. 29 del DL 179/2012, il modello UNICO 2015 SC…
25-05-2015

Non sempre il mancato pagamento da parte della P.A. evita lo split payment

La circ. Agenzia delle Entrate 13 aprile 2015 n. 15 (§ 2), commentando l’ambito oggettivo della disciplina dello split payment, ha osservato che tale…
25-05-2015

Previsionale con meno appeal per chi fruisce dell’ACE

L’art. 1 comma 137 della L. 147/2013 (legge di stabilità 2014), modificando l’art. 1 comma 3 del DL 201/2011, ha previsto il potenziamento dell’ACE…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it