Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
10 giugno 2011

Unico 2011: scomputo delle ritenute d’acconto per agenti e rappresentanti di commercio

Memory n. 248 del 10.06.2011 a cura di Francesca Marzia

Tutti gli anni, al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi si ripropone il problema se scomputare dall’imposta lorda l’importo delle ritenute d’acconto subite non certificate, ovvero delle quali non si sia in possesso della relativa certificazione. L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 68/E/2009, ha finalmente chiarito che è possibile considerare le ritenute sui redditi d’impresa o di lavoro autonomo anche quando i contribuenti non ne siano in possesso. Un chiarimento “rassicurante” per agenti di commercio e lavoratori autonomi in merito alla dibattuta questione della mancata disponibilità della certificazione. L’Agenzia delle Entrate ha quindi legittimato il comportamento del contribuente che abbia scomputato le ritenute, anche in assenza della certificazione rilasciata dal sostituto d'imposta, a patto che esibiscano la fattura e la relativa documentazione della banca (o altro intermediario finanziario) comprovante l'importo percepito. In caso di controllo da parte dell'Amministrazione finanziaria, occorre aggiungere anche una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta ai sensi del Dpr 445/2000. Con tale certificato il contribuente dovrà affermare, sotto la propria responsabilità, che la documentazione presentata è relativa esclusivamente a una fattura contabilizzata e che non vi sono altri pagamenti da parte del sostituto d'imposta relativi ad essa. La questione interessa principalmente i lavoratori autonomi, gli agenti di commercio e i procacciatori ma anche tutte le imprese che operano in appalto per i condomini. Con il presente intervento vediamo quindi le regole per lo scomputo delle ritenute in questione con particolare riguardo agli agenti di commercio.
Categorie:Unico e 730
 

ABC News

 
23-05-2015

Pronti i modelli per gli studi, attesa per la versione definitiva di GE.RI.CO.

Gradualmente, anche se in ritardo rispetto all’anno scorso – quando da più parti si sono comunque sollevate lamentele sulla tempistica – si completa…
23-05-2015

Prima casa, i vizi di costruzione sui solai non configurano forza maggiore

I vizi di costruzione, consistenti nel sottodimensionamento dei solai intermedi rispetto agli effettivi carichi previsti dalla normativa edilizia, non…
23-05-2015

Dal Parlamento i primi rilievi sul “nuovo” raddoppio dei termini

La nuova versione normativa in tema di raddoppio dei termini, all’esame delle Camere per i prescritti pareri, dispone espressamente, a tutela del…
23-05-2015

Si può emettere nota di variazione IVA con clausola risolutiva espressa

Conferma, da parte dell’Agenzia delle Entrate, sul diritto a emettere una nota di variazione in diminuzione dell’IVA in presenza di una clausola…
23-05-2015

Società commerciali sempre soggette ad IRAP

Con la sentenza n. 10600, depositata ieri, 22 maggio 2015, la Suprema Corte ha ribadito che le società commerciali (nel caso specifico, una snc) sono…
23-05-2015

L’Unione europea boccia il reverse charge per la grande distribuzione

La Commissione Ue ha comunicato al Consiglio europeo che si oppone alla richiesta italiana di rilascio di una misura di deroga per l’estensione del…
23-05-2015

Gestione “differenziata” della domanda di disoccupazione di chi rimpatria

La NASpI, introdotta dal DLgs. 22/2015, non è che l’ultima innovazione, in ordine di tempo, in un quadro normativo degli ammortizzatori sociali in…
23-05-2015

Revisore escluso da verifiche sull’XBRL

Quanto effettuato dall’organo amministrativo per soddisfare gli obblighi imposti dalla disciplina vigente ai fini del deposito del bilancio presso il…
22-05-2015

“Ufficiali” i correttivi anticrisi agli studi di settore 2014

Sul Supplemento Ordinario n. 22 della Gazzetta Ufficiale n. 116 di ieri, è stato finalmente pubblicato il decreto del Ministero dell’Economia e delle…
22-05-2015

Via libera delle Dogane per le lettere di intento “cumulative”

L’Agenzia delle Dogane ha annunciato, per lunedì 25 maggio 2015, l’avvio delle procedure che consentiranno agli esportatori abituali di:- essere…
22-05-2015

È possibile pagare l’imposta immobiliare in Provincia di Trento

Con la risoluzione n. 51 di ieri, l’Agenzia delle Entrate ha definito i codici tributo per versare, tramite modello F24, le somme dovute a titolo di…
22-05-2015

Per i dirigenti decaduti non serve l’integrazione dei motivi

Come evidenziato su Eutekne.info (si veda “Atti dei dirigenti decaduti sempre e comunque illegittimi” del 21 maggio 2015), ad avviso della Regionale…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it