Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
10 giugno 2011

Unico 2011: scomputo delle ritenute d’acconto per agenti e rappresentanti di commercio

Memory n. 248 del 10.06.2011 a cura di Francesca Marzia

Tutti gli anni, al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi si ripropone il problema se scomputare dall’imposta lorda l’importo delle ritenute d’acconto subite non certificate, ovvero delle quali non si sia in possesso della relativa certificazione. L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 68/E/2009, ha finalmente chiarito che è possibile considerare le ritenute sui redditi d’impresa o di lavoro autonomo anche quando i contribuenti non ne siano in possesso. Un chiarimento “rassicurante” per agenti di commercio e lavoratori autonomi in merito alla dibattuta questione della mancata disponibilità della certificazione. L’Agenzia delle Entrate ha quindi legittimato il comportamento del contribuente che abbia scomputato le ritenute, anche in assenza della certificazione rilasciata dal sostituto d'imposta, a patto che esibiscano la fattura e la relativa documentazione della banca (o altro intermediario finanziario) comprovante l'importo percepito. In caso di controllo da parte dell'Amministrazione finanziaria, occorre aggiungere anche una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta ai sensi del Dpr 445/2000. Con tale certificato il contribuente dovrà affermare, sotto la propria responsabilità, che la documentazione presentata è relativa esclusivamente a una fattura contabilizzata e che non vi sono altri pagamenti da parte del sostituto d'imposta relativi ad essa. La questione interessa principalmente i lavoratori autonomi, gli agenti di commercio e i procacciatori ma anche tutte le imprese che operano in appalto per i condomini. Con il presente intervento vediamo quindi le regole per lo scomputo delle ritenute in questione con particolare riguardo agli agenti di commercio.
Categorie:Unico e 730
 

ABC News

 
30-06-2015

Svalutazioni e perdite su crediti, nuove modifiche per banche e assicurazioni

Il DL 83/2015, in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell’amministrazione giudiziaria (pubblicato…
30-06-2015

Sospensione da adesione, revirement alla prova del legittimo affidamento

Come rammentato in un recente articolo (si veda “La sospensione da adesione non si cumula con quella feriale” del 26 giugno 2015), la Corte di…
30-06-2015

Dal 1° luglio, buoni pasto elettronici non imponibili fino a 7 euro

Dal 1° luglio 2015, per i buoni pasto elettronici aumenta da 5,29 a 7 euro il tetto di esclusione previsto dall’art. 51 comma 2 lett. c) del TUIR.La…
30-06-2015

Modificate le rate da istituti deflativi, avvisi bonari e dilazioni dei ruoli

Approda sul tavolo delle Commissioni compententi per i pareri lo schema di DLgs. sulla riscossione delle imposte (Atto n. 185), attuativo sempre della…
30-06-2015

Le violazioni in materia di IVIE e IVAFE non impattano sulla voluntary disclosure

La DRE Piemonte ha diffuso il verbale dei lavori sulla voluntary disclosure che sono stati svolti in collaborazione con i membri del gruppo di studio…
30-06-2015

Proposta di concordato preventivo affidata anche ai creditori

Nel DL 83/2015, il legislatore ha previsto, accanto alla nuova disciplina relativa al piano di concordato preventivo con offerta da parte di soggetto…
30-06-2015

Obbligo dei registri telematici nel settore agroalimentare prorogato al 1° ottobre

Il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, con decreto del 25 giugno 2015 (prot. n. 6437), ha disposto la proroga, dal 1° luglio al…
30-06-2015

Criteri ad hoc per la conversione delle poste in valuta estera

I crediti in valuta estera sono soggetti a due criteri di valutazione contemporaneamente. In quanto crediti, essi devono essere iscritti in bilancio…
29-06-2015

Rivoluzione in arrivo per le sanzioni amministrative tributarie

Venerdì scorso l’Esecutivo ha approvato una bozza di decreto legislativo attuativo dell’art. 8 comma 1 della L. 23/2014, che ha l’obiettivo di…
29-06-2015

Controllo formale della dichiarazione “circoscritto”

Un argomento poco battuto dalla giurisprudenza riguarda i “confini” tra avviso di accertamento e cartella di pagamento derivante dal controllo formale…
29-06-2015

Ravvedimento dell’imposta di successione in caso di disclosure

L’adesione alla voluntary disclosure in relazione a patrimoni ereditati può far sorgere alcune questioni concernenti l’imposta sulle…
29-06-2015

Raddoppio dei termini solo con notizia di reato “tempestiva”

Non opera il raddoppio dei termini di accertamento in presenza di obbligo di denuncia penale per reati tributari nel caso in cui la notizia di reato…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it