Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
12 settembre 2012

Deducibilità delle perdite su crediti: le ultime novità

Daily news N. 247 del 12.09.2012 a cura di Fabio Graziani

Deducibilità delle perdite su crediti: le ultime novità - Daily news N. 247 del 12.09.2012 a cura di Fabio Graziani€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

L’art. 101, co. 5, del Tuir, recentemente sostituito dall’art. 33, co. 5, del D.L. n. 83/2012, stabilisce che le perdite su crediti costituiscono un componente negative rilevante, in sede di determinazione del reddito d’impresa, se risultano da elementi certi e precisi, salvi alcuni casi specifici, alcuni dei quali recentemente introdotti dal Decreto Crescita. Si tratta delle perdite su crediti di importo modesto e la cui scadenza sia decorsa da sei mesi, oppure per i quali è prescritto il diritto alla riscossione: la medesima deroga è riconosciuta, con riferimento alle imprese che adottano i principi contabili internazionali, nell’ipotesi di cancellazione dei crediti iscritti in bilancio a causa di eventi estintivi. Al di fuori di tali fattispecie, è comunque ammessa la deducibilità immediata, ovvero senza fornire ulteriori prove, se il debitore è assoggettato ad una procedura concorsuale, oppure ha concluso un accordo di ristrutturazione delle passività omologato. Nel caso di crediti commerciali di modesto importo, la deduzione della perdita di competenza del periodo d’imposta può, tuttavia, prescindere dalla ricerca di rigorose prove formali: la lieve entità della pretesa può, infatti, indurre l’impresa a non intraprendere azioni di recupero, obiettivamente antieconomiche, che comporterebbero il sostenimento di ulteriori oneri, come storicamente sostenuto dall’Agenzia delle Entrate (R.M. 6 agosto 1976, n. 9/124), e ribadito nella risposta all’interrogazione parlamentare n. 5-00570 del 5 novembre 2008. Tale orientamento è stato recepito anche dal legislatore, che – con l’art. 33, co. 5, del Decreto Crescita, come anticipato – ha sostituito integralmente l’art. 101, co. 5, del Tuir: in particolare, è stato confermato il principio generale di rilevanza fiscale delle perdite risultanti da “elementi certi e precisi”, stabilendo altresì che questi ultimi sussistono, in ogni caso, “quando il credito sia di modesta entità e sia decorso un periodo di sei mesi dalla scadenza di pagamento del credito”.
Categorie:Bilancio
Deducibilità delle perdite su crediti: le ultime novità - Daily news N. 247 del 12.09.2012 a cura di Fabio Graziani€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
28-06-2016

Ruling per il Patent box, integrazione entro 150 giorni dal 31 dicembre 2015

Con provvedimento n. 101754 di ieri, l’Agenzia delle Entrate modifica il termine dal quale decorrono i 150 giorni per l’integrazione della…
28-06-2016

Niente sanzioni per la decadenza prima casa sugli immobili di lusso

La Cassazione, con l’ordinanza n. 13235 depositata ieri, torna a pronunciarsi sul favor rei, adottando un’interpretazione opposta rispetto a quanto…
28-06-2016

Niente canone RAI sui PC privi di sintonizzatore TV

Non è tenuto al pagamento del canone speciale RAI l’Ordine che detiene esclusivamente PC, anche collegati in rete, privi di sintonizzatore TV. Lo…
28-06-2016

Al 29 luglio le comunicazioni all’Archivio dei rapporti finanziari

Gli operatori finanziari avranno più tempo per inviare la comunicazione integrativa annuale del 2015 all’Archivio dei rapporti dell’Anagrafe…
28-06-2016

Dal 2019 nuove regole IVA per i buoni acquisto

Nella giornata di ieri, 27 giugno 2016, il Consiglio Ue ha adottato, senza discussione, una direttiva, modificativa della direttiva 2006/112/CE, che…
28-06-2016

Definito l’interpello per l’adesione al regime di adempimento collaborativo

È stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dell’Economia e delle finanze del 15 giugno 2016 che definisce le modalità di…
28-06-2016

Esercizio abusivo della professione anche con partecipazione a una società

Ai sensi dell’art. 348 c.p., chiunque abusivamente eserciti una professione, per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, è punito…
27-06-2016

Si consolidano le misure BEPS in materia di transfer pricing

Il 23 maggio 2016, il Consiglio dell’OCSE ha approvato le modifiche apportate, nel contesto del Progetto BEPS, alle Transfer Pricing Guidelines for…
27-06-2016

Per l’edificabilità dei terreni non rilevano le delibere precedenti al PGT

In anni passati si è generato un significativo contenzioso tributario afferente la tassabilità IRPEF derivante dalla cessione di terreni “in procinto”…
27-06-2016

Saldo IVA di UNICO 2016, attenzione alle maggiorazioni

Con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 giugno scorso, è stata disposta la proroga dei versamenti derivanti dalle…
27-06-2016

L’accertamento della liberalità indiretta si innesca sulle imposte dirette

Nell’ambito delle motivazioni della sentenza n. 13133/2016 della Cassazione (si veda “Le franchigie dell’imposta sulle donazioni non sono retroattive”…
27-06-2016

Brexit con notevoli ricadute IVA sulle operazioni tra Italia e Gran Bretagna

Con il referendum del 23 giugno 2016, la Gran Bretagna si è espressa favorevolmente in merito alla propria uscita dall’Unione europea. Per domani, 28…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it