Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
6 febbraio 2012

I beni usati: il regime Iva del margine

Daily news N. 33 del 06.02.2012 a cura di Giovanni Zangrilli

I beni usati: il regime Iva del margine - Daily news N. 33 del 06.02.2012 a cura di Giovanni Zangrilli€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

Nell’ambito della disciplina IVA alle operazioni aventi ad oggetto beni usati, nonché oggetti d’arte, d’antiquariato, da collezione e per le vendite all’asta, è riservato un particolare regime di applicazione dell’imposta, che si prefigge di evitare la doppia o reiterata imposizione per i beni che, dopo la prima uscita dal circuito commerciale, vengono ceduti ad un soggetto passivo d'imposta per la successiva rivendita. Tale regime, che si distacca dall’ordinario metodo di determinazione dell’IVA “imposta da imposta”, prevede l’assoggettamento a imposizione, cosiddetto sistema “base da base”, della sola differenza (margine) tra il corrispettivo di vendita e il prezzo d'acquisto del bene, eventualmente maggiorato delle spese accessorie o di riparazione e contempla tre metodi diversi di determinazione di detto margine: analitico, forfetario, globale. Metodi che, peraltro, per quel che concerne le transazioni con soggetti extraUe (importazioni o esportazioni) o con soggetti Ue (acquisti e cessioni intracomunitarie), trovano particolari o nulle applicazioni. L’utilizzo del “regime del margine” non è però obbligatorio, ben potendo gli operatori non applicarlo, continuando ad utilizzare, ad esempio, come facevano prima dell’emanazione del precitato DL n. 41/95, l’istituto del “mandato a vendere”, di cui all’art. 1703 del codice civile. Ai sensi del co 4 del DL n. 41/95, i soggetti che applicano l'imposta secondo il regime del margine non possono detrarre l'imposta afferente all'acquisto, anche intracomunitario, o l'importazione dei beni usati, degli oggetti d'arte e di quelli d'antiquariato o da collezione, compresa quella relativa alle prestazioni di riparazione o accessorie e, se hanno esercitato l'opzione per l’applicazione dell’imposta secondo il metodo ordinario (imposta da imposta), la detrazione spetta, ma con riferimento al momento di effettuazione dell'operazione assoggettata a regime ordinario, previa annotazione, nel registro di cui all'art. 25, del DPR n. 633/72, della fattura o della bolletta doganale relativa al bene acquistato o importato, ed è esercitata nella liquidazione in cui tale operazione è computata.
Categorie:Iva
I beni usati: il regime Iva del margine - Daily news N. 33 del 06.02.2012 a cura di Giovanni Zangrilli€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
31-08-2015

Ravvedimento su ritenute e 770 possibile senza limiti temporali

Le violazioni commesse dai sostituti d’imposta (relative quindi all’applicazione/versamento delle ritenute nonché alla presentazione del modello 770)…
31-08-2015

ICI sui fabbricati, anche per le cooperative “vince” il requisito di ruralità

I fabbricati posseduti e utilizzati dalle società cooperative non andavano assoggettati a ICI, indipendentemente dalla loro iscrizione nel catasto dei…
31-08-2015

Acquiescenza “estesa” al contenzioso

Nel quaderno Eutekne 123 sono stati puntualmente esaminati tutti gli istituti deflativi del contenzioso presenti nell’ordinamento, mettendo in…
31-08-2015

Obblighi documentali e di certificazione per il bonus R&S

In merito al credito d’imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo, le imprese beneficiarie sono tenute a conservare, con…
31-08-2015

Interpelli “sanzionati” nel prossimo futuro

Nelle varie bozze di decreto attuative della riforma fiscale sono presenti disposizioni sanzionatorie relative alla presentazione degli interpelli,…
31-08-2015

Spese incrementative su beni di terzi a prova di deducibilità

Dalla sentenza n. 16596/2015 della Cassazione è possibile desumere qualche interessante indicazione sul tema della deducibilità delle spese di…
29-08-2015

IVA al 10% sulla carne di quaglia surgelata

La cessione di carne di quaglia surgelata è compresa tra le operazioni che, in base al n. 7 della Tabella A, Parte III,allegata al DPR n. 633 del…
29-08-2015

Spese di regia deducibili in assenza di personale “dedicato”

Con la sentenza n. 123/36/2015, la C.T. Reg. di Milano ha stabilito che sono deducibili le cosiddette “spese di regia” sostenute da una società…
29-08-2015

Per il patent box modalità di esercizio dell’opzione da definire

Il Ministero dell’Economia e delle finanze ha reso disponibile, sul proprio sito internet, il testo del decreto attuativo relativo al regime di patent…
29-08-2015

E-commerce con regole ordinarie anche per i forfetari

Con la risoluzione n. 75 di ieri, 28 agosto 2015, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta in merito al rapporto esistente tra regimi agevolati (o…
29-08-2015

Voluntary disclosure, nessuna semplificazione per il modulo RW

A poco più di un mese dal termine del 30 settembre 2015, l’Agenzia delle Entrate interviene nuovamente sull’adesione alla collaborazione volontaria…
29-08-2015

Appalto illecito se si utilizzano solo le attrezzature dell’appaltante

Un appalto è da ritenersi illecito se l’appaltatore effettua i lavori utilizzando in modo pressoché totale materiali e attrezzature dell’appaltante,…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it