Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
6 febbraio 2012

I beni usati: il regime Iva del margine

Daily news N. 33 del 06.02.2012 a cura di Giovanni Zangrilli

I beni usati: il regime Iva del margine - Daily news N. 33 del 06.02.2012 a cura di Giovanni Zangrilli€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

Nell’ambito della disciplina IVA alle operazioni aventi ad oggetto beni usati, nonché oggetti d’arte, d’antiquariato, da collezione e per le vendite all’asta, è riservato un particolare regime di applicazione dell’imposta, che si prefigge di evitare la doppia o reiterata imposizione per i beni che, dopo la prima uscita dal circuito commerciale, vengono ceduti ad un soggetto passivo d'imposta per la successiva rivendita. Tale regime, che si distacca dall’ordinario metodo di determinazione dell’IVA “imposta da imposta”, prevede l’assoggettamento a imposizione, cosiddetto sistema “base da base”, della sola differenza (margine) tra il corrispettivo di vendita e il prezzo d'acquisto del bene, eventualmente maggiorato delle spese accessorie o di riparazione e contempla tre metodi diversi di determinazione di detto margine: analitico, forfetario, globale. Metodi che, peraltro, per quel che concerne le transazioni con soggetti extraUe (importazioni o esportazioni) o con soggetti Ue (acquisti e cessioni intracomunitarie), trovano particolari o nulle applicazioni. L’utilizzo del “regime del margine” non è però obbligatorio, ben potendo gli operatori non applicarlo, continuando ad utilizzare, ad esempio, come facevano prima dell’emanazione del precitato DL n. 41/95, l’istituto del “mandato a vendere”, di cui all’art. 1703 del codice civile. Ai sensi del co 4 del DL n. 41/95, i soggetti che applicano l'imposta secondo il regime del margine non possono detrarre l'imposta afferente all'acquisto, anche intracomunitario, o l'importazione dei beni usati, degli oggetti d'arte e di quelli d'antiquariato o da collezione, compresa quella relativa alle prestazioni di riparazione o accessorie e, se hanno esercitato l'opzione per l’applicazione dell’imposta secondo il metodo ordinario (imposta da imposta), la detrazione spetta, ma con riferimento al momento di effettuazione dell'operazione assoggettata a regime ordinario, previa annotazione, nel registro di cui all'art. 25, del DPR n. 633/72, della fattura o della bolletta doganale relativa al bene acquistato o importato, ed è esercitata nella liquidazione in cui tale operazione è computata.
Categorie:Iva
I beni usati: il regime Iva del margine - Daily news N. 33 del 06.02.2012 a cura di Giovanni Zangrilli€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
22-08-2014

All’orizzonte l’ipotesi di ritocchi sugli “sconti fiscali”

Con l’approssimarsi del primo Consiglio dei Ministri dopo la pausa estiva, che dovrebbe tenersi il prossimo venerdì 29 agosto, gli occhi sono di nuovo…
22-08-2014

Locatario finanziario soggetto passivo IMU fino alla riconsegna dell’immobile

La C.T. Prov. di Treviso ha di recente affrontato il delicato problema dell’individuazione del soggetto passivo IMU nel periodo intercorrente fra la…
22-08-2014

Operativo il bonus investimenti

È operativo, senza modifiche, il credito d’imposta per le imprese che effettuano, dal 25 giugno 2014 al 30 giugno 2015, investimenti in nuovi beni…
22-08-2014

“Punto della situazione” dell’Agenzia sugli istituti deflativi del contenzioso

Una delle cinque guide dell’Agenzia delle Entrate pubblicate il 20 agosto 2014, intitolata “Strumenti per evitare le liti fiscali”, concerne gli…
22-08-2014

Affitto d’azienda, nella successione si trasferiscono i contratti “non personali”

L’art. 2558, comma 3, c.c. stabilisce che la disciplina dettata in materia di cessione d’azienda, con riferimento al subentro del cessionario nei…
22-08-2014

Organismo di vigilanza parte integrante del modello organizzativo

Strettamente connessa al tema dei controlli e degli adeguati assetti (si veda “Il sistema dei controlli come strumento di «correzione permanente»” del…
21-08-2014

“Avvisi bonari” non impugnabili

Una delle cinque guide pubblicate sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate riguarda gli aspetti salienti della liquidazione automatica/controllo…
21-08-2014

Dall’Agenzia una guida sul ravvedimento operoso

Con un comunicato stampa di ieri, l’Agenzia delle Entrate ha annunciato la pubblicazione, sul sito internet, di cinque guide operative su ravvedimento…
21-08-2014

Niente registro per gli atti di donazione di immobili al di sotto della franchigia

Dopo le guide fiscali su “acquisto e vendita” della casa e sulle locazioni, pubblicate la scorsa settimana sul sito internet dell’Agenzia delle…
21-08-2014

In Gazzetta la conversione del decreto “Competitività”

La legge 11 agosto 2014 n. 116, pubblicata ieri sul S.O. n. 72 alla Gazzetta Ufficiale n. 192, converte il c.d. decreto “Competitività” con alcune…
21-08-2014

Modelli organizzativi, determinante per l’efficacia esimente il sistema disciplinare

Nell’aggiornamento al 31 marzo 2014 delle “Linee Guida per la costruzione dei Modelli di Organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.Lgs.…
20-08-2014

Costituzione di servitù su terreni agricoli con registro più basso

Una recente decisione pronunciata dai giudici tributari di merito in materia di imposta di registro ha fatto riemergere i dubbi interpretativi sulla…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it