Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
5 maggio 2011

La riserva di rivalutazione ed il suo utilizzo: effetti civilistici e fiscali

Daily news N. 134 del 05.05.2011 a cura di Antonella Gemelli

La riserva di rivalutazione ed il suo utilizzo: effetti civilistici e fiscali - Daily news N. 134 del 05.05.2011 a cura di Antonella Gemelli€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

Con la nostra Memory n.181 del 29 aprile 2011 abbiamo inteso riassumere le varie tipologie di riserve del patrimonio netto e la loro specifica origine in relazione all’operazione o alla disposizione di legge che le ha generate. Non tutte le riserve sono utilizzabili o disponibili e, pertanto, è necessario effettuare, caso per caso, un esame delle disposizioni del Codice civile che consentono di distinguere le riserve secondo le diverse ripartizioni. Nella predisposizione del bilancio di esercizio relativo all’anno 2010, particolare attenzione deve essere posta alla riserva di rivalutazione eventualmente presente nel patrimonio netto. Tale posta, come noto, può essersi generata per effetto della rivalutazione dei beni d’impresa, a seguito delle numerose leggi di rivalutazione che si sono susseguite nel corso degli ultimi anni. In considerazione dell’attuale scenario economico, certamente caratterizzato dalla crisi economica ancora in essere, alcune imprese potrebbero avere necessità di utilizzare la riserva di rivalutazione creatasi per effetto della rivalutazione degli immobili, di cui al D.L. n. 185/2008, al fine di coprire le perdite dell’esercizio, ovvero quelle maturate negli esercizi precedenti. A tal fine, peraltro, la riserva di rivalutazione comporta un effettivo incremento del patrimonio netto della società, e, come tale, costituisce una riserva disponibile per l’utilizzo a copertura delle perdite. Tale utilizzabilità, pertanto, rileva anche ai fini della verifica delle condizioni di cui agli artt. 2446 e 2447 c.c. (ovvero artt. 2482-bis e 2482-ter c.c. per le srl). Tali disposizioni contengono precise indicazioni in merito agli obblighi di copertura delle perdite, laddove le stesse siano superiori al terzo del capitale sociale, ovvero lo riducano al di sotto del limite legale. In ogni caso, tale verifica deve essere eseguita dopo aver utilizzato le riserve disponibili, tra cui la riserva di rivalutazione. Relativamente alla natura della riserva, per espressa previsione dell’art. 13, co. 2, della Legge 342/2000, abbiamo appena accennato che la riserva di rivalutazione fa parte della famiglia delle riserve cd. “disponibili” all’interno del patrimonio netto, e quindi sia per la copertura delle perdite, sia per l’aumento del capitale sociale. Premesso che dal punto di vista delle conseguenze fiscali, derivanti dall’utilizzo di tale riserva a copertura perdite, non si pongono particolari questioni critiche, è necessario, invece, verificare con attenzione gli aspetti civilistici connessi a tale utilizzo.
Categorie:Bilancio
La riserva di rivalutazione ed il suo utilizzo: effetti civilistici e fiscali - Daily news N. 134 del 05.05.2011 a cura di Antonella Gemelli€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
27-06-2016

Si consolidano le misure BEPS in materia di transfer pricing

Il 23 maggio 2016, il Consiglio dell’OCSE ha approvato le modifiche apportate, nel contesto del Progetto BEPS, alle Transfer Pricing Guidelines for…
27-06-2016

Per l’edificabilità dei terreni non rilevano le delibere precedenti al PGT

In anni passati si è generato un significativo contenzioso tributario afferente la tassabilità IRPEF derivante dalla cessione di terreni “in procinto”…
27-06-2016

Saldo IVA di UNICO 2016, attenzione alle maggiorazioni

Con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 15 giugno scorso, è stata disposta la proroga dei versamenti derivanti dalle…
27-06-2016

L’accertamento della liberalità indiretta si innesca sulle imposte dirette

Nell’ambito delle motivazioni della sentenza n. 13133/2016 della Cassazione (si veda “Le franchigie dell’imposta sulle donazioni non sono retroattive”…
27-06-2016

Brexit con notevoli ricadute IVA sulle operazioni tra Italia e Gran Bretagna

Con il referendum del 23 giugno 2016, la Gran Bretagna si è espressa favorevolmente in merito alla propria uscita dall’Unione europea. Per domani, 28…
27-06-2016

Rivalutazione e interessi aggravano la responsabilità degli amministratori

Sono numerosi i profili di interesse, in tema di responsabilità degli amministratori di società di capitali, affrontati dal Tribunale di Roma nella…
27-06-2016

Sempre esistente la giurisdizione italiana per il reato di riciclaggio

Mentre la fattispecie di autoriciclaggio sembra sempre più essere destinata all’oblio, non rivenendosi ad oltre un anno dalla sua introduzione nel…
27-06-2016

Novità ad ampio raggio per la protezione dei dati personali

Sulla Gazzetta Ufficiale Ue 4 maggio 2016 n. L 119 è stato pubblicato il Regolamento 27 aprile 2016 n. 679, relativo alla protezione delle persone…
27-06-2016

Flussi prospettici alla base della valutazione d’azienda

Le diverse tipologie di incarico di valutazione previste dai principi italiani di valutazione (PIV), trattate in un precedente intervento (si veda…
25-06-2016

Nuove comunicazioni di anomalie in arrivo, anche ai titolari di partita IVA

Sono in arrivo – via PEC o posta ordinaria – altre 100 mila comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate destinate alle persone fisiche, tra cui i…
25-06-2016

Via libera all’accesso domiciliare anche per il registro

L’art. 52 del DPR 633/72, operante anche ai fini delle imposte sui redditi, afferma, in tema di accessi, che, se occorre procedere ad un controllo nei…
25-06-2016

Evasione IVA possibile anche con costi effettivamente sostenuti

La disciplina penale tributaria fa più volte riferimento alle “operazioni inesistenti” e tale inesistenza può essere intesa sia in senso oggettivo che…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it