Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
5 maggio 2011

La riserva di rivalutazione ed il suo utilizzo: effetti civilistici e fiscali

Daily news N. 134 del 05.05.2011 a cura di Antonella Gemelli

La riserva di rivalutazione ed il suo utilizzo: effetti civilistici e fiscali - Daily news N. 134 del 05.05.2011 a cura di Antonella Gemelli€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

Con la nostra Memory n.181 del 29 aprile 2011 abbiamo inteso riassumere le varie tipologie di riserve del patrimonio netto e la loro specifica origine in relazione all’operazione o alla disposizione di legge che le ha generate. Non tutte le riserve sono utilizzabili o disponibili e, pertanto, è necessario effettuare, caso per caso, un esame delle disposizioni del Codice civile che consentono di distinguere le riserve secondo le diverse ripartizioni. Nella predisposizione del bilancio di esercizio relativo all’anno 2010, particolare attenzione deve essere posta alla riserva di rivalutazione eventualmente presente nel patrimonio netto. Tale posta, come noto, può essersi generata per effetto della rivalutazione dei beni d’impresa, a seguito delle numerose leggi di rivalutazione che si sono susseguite nel corso degli ultimi anni. In considerazione dell’attuale scenario economico, certamente caratterizzato dalla crisi economica ancora in essere, alcune imprese potrebbero avere necessità di utilizzare la riserva di rivalutazione creatasi per effetto della rivalutazione degli immobili, di cui al D.L. n. 185/2008, al fine di coprire le perdite dell’esercizio, ovvero quelle maturate negli esercizi precedenti. A tal fine, peraltro, la riserva di rivalutazione comporta un effettivo incremento del patrimonio netto della società, e, come tale, costituisce una riserva disponibile per l’utilizzo a copertura delle perdite. Tale utilizzabilità, pertanto, rileva anche ai fini della verifica delle condizioni di cui agli artt. 2446 e 2447 c.c. (ovvero artt. 2482-bis e 2482-ter c.c. per le srl). Tali disposizioni contengono precise indicazioni in merito agli obblighi di copertura delle perdite, laddove le stesse siano superiori al terzo del capitale sociale, ovvero lo riducano al di sotto del limite legale. In ogni caso, tale verifica deve essere eseguita dopo aver utilizzato le riserve disponibili, tra cui la riserva di rivalutazione. Relativamente alla natura della riserva, per espressa previsione dell’art. 13, co. 2, della Legge 342/2000, abbiamo appena accennato che la riserva di rivalutazione fa parte della famiglia delle riserve cd. “disponibili” all’interno del patrimonio netto, e quindi sia per la copertura delle perdite, sia per l’aumento del capitale sociale. Premesso che dal punto di vista delle conseguenze fiscali, derivanti dall’utilizzo di tale riserva a copertura perdite, non si pongono particolari questioni critiche, è necessario, invece, verificare con attenzione gli aspetti civilistici connessi a tale utilizzo.
Categorie:Bilancio
La riserva di rivalutazione ed il suo utilizzo: effetti civilistici e fiscali - Daily news N. 134 del 05.05.2011 a cura di Antonella Gemelli€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
23-03-2017

Ultimi giorni per il regime opzionale di comunicazione di fatture e corrispettivi

Scade il 31 marzo 2017 il termine per esercitare le opzioni per la trasmissione telematica dei dati delle fatture e dei corrispettivi di cui al…
23-03-2017

I prelievi bancari sono giustificabili dalle esigenze personali

La Cassazione, con la sentenza n. 7259 depositata ieri, è tornata ad occuparsi di accertamento fondato sulle indagini finanziarie ed, in particolare,…
23-03-2017

Compilazione “rafforzata” del quadro RV per l’adozione dei nuovi OIC

Le istruzioni al quadro RV, sezione I, del modello REDDITI 2017 SC contengono importanti novità per la gestione delle differenze tra valori civili e…
23-03-2017

Soppressa la causale contributo per il lavoro accessorio

Con la risoluzione n. 37 di ieri, l’Agenzia delle Entrate ha soppresso la causale contributo “LACC – Lavoro occasionale accessorio”.Il DL 17 marzo…
23-03-2017

Nel collegio di esperti per assistere il debitore da valorizzare i commercialisti

Con un comunicato stampa diffuso ieri, l’Associazione Nazionale Commercialisti (ANC) ha espresso alcune criticità sul disegno di legge recante “Delega…
23-03-2017

Curatore con pieni poteri anche nelle srl

È la responsabilità di amministratori e sindaci di srl il tema sviscerato dalla sentenza n. 3398 del Tribunale di Roma, depositata il 21 febbraio…
23-03-2017

Scadenza a fine mese per la comunicazione di lavori usuranti

Salvo proroghe dell’ultima ora, il prossimo 31 marzo 2017 scadrà il termine entro il quale numerosi datori di lavoro dovranno trasmettere…
23-03-2017

Per l’equipollenza programmi formativi da vagliare con attenzione

In attesa che il Ministero dell’Economia e delle finanze renda note le indicazioni per l’assolvimento degli obblighi formativi da parte dei soggetti…
22-03-2017

Costi per pubblicità non inerenti se l’ASD non è iscritta al Registro CONI

Con la sentenza n. 7202 depositata ieri, la Suprema Corte affronta il tema della deducibilità dei costi di pubblicità in favore delle associazioni e…
22-03-2017

C’è la bozza del modello per comunicare le liquidazioni IVA

L’Agenzia delle Entrate, nella giornata di ieri, ha pubblicato in bozza il modello per effettuare la comunicazione dei dati delle liquidazioni IVA…
22-03-2017

Retroattiva l’esenzione IMU per gli immobili merce

In base a un’interpretazione costituzionalmente orientata deve ritenersi che la norma che ha introdotto, a partire dal 2014, l’esenzione IMU per gli…
22-03-2017

Il mancato accesso alla rottamazione complica la dilazione

È stata di recente pubblicata sul sito di Eutekne la scheda di aggiornamento riguardante la rottamazione dei ruoli, aggiornata con i numerosi…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.
IBAN – IT33C0311152960000000033179

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26
Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it