Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
12 luglio 2012

Reverse charge nelle cessioni di immobili strumentali: ultime modifiche normative

Daily news N. 210 del 12.07.2012 a cura di Edoardo Martini

Reverse charge nelle cessioni di immobili strumentali: ultime modifiche normative - Daily news N. 210 del 12.07.2012 a cura di Edoardo Martini€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

L’art. 17, co. 1, del D.P.R. n. 633/72, dispone che “l’imposta è dovuta dai soggetti che effettuano le cessioni di beni e le prestazioni di servizi imponibili (….)”. Tuttavia, in deroga a tale principio generale, i successivi co. 2, 3, 5, 6 e 7, del medesimo art. 17 prevedono l’inversione contabile (o reverse charge), obbligando il cessionario, o il committente, al pagamento dell’imposta, mediante l’emissione di un’autofattura. Le motivazioni alla base di tale inversione sono fondamentalmente rinvenibili in alcuni casi alla volontà di contrastare fenomeni di frodi Iva, ed in altre ipotesi all’impossibilità per il cedente di applicare l’imposta in quanto soggetto non identificato ai fini Iva in Italia (generalmente soggetti non residenti privi di stabile organizzazione in Italia e non identificati direttamente, ovvero senza rappresentante fiscale nel nostro territorio). L’art. 17, co. 5, 6 e 7, del D.P.R. n. 633/72, contengono tutta una serie di disposizioni speciali riferite ad operazioni interne, ossia eseguite tra soggetti residenti in Italia, per le quali l’imposta non è dovuta dai cedenti o dai prestatori, bensì dai cessionari o dai committenti. Per tali operazioni, pertanto, sussiste una deroga all’ordinario regime che si basa sul metodo della rivalsa e della detrazione dell’imposta. Denominatore comune di tutte le fattispecie di inversione contabile interna consiste nella volontà di porre un freno alle frodi Iva che avvengono in particolari settori, evitando che il cessionario si porti in detrazione un’imposta che non viene versata all’Erario da parte del cedente o del prestatore. In tale contesto, il recente D.L. 22.6.2012, n. 83, in vigore dal 26 giugno 2012, ha modificato le regole di applicazione dell’Iva per le cessioni e locazioni di immobili abitativi e strumentali, ampliando notevolmente l’ambito di applicazione dell’Iva sulle predette operazioni (anche se, in molte fattispecie, a seguito dell’esercizio di un’opzione). A seguito di tali modifiche, il legislatore ha riscritto la lett. a-bis) del co. 6 dell’art. 17 del DPR 633/72, riformulando l’ambito applicativo del regime di reverse charge per le cessioni di immobili, ampliandolo anche agli immobili abitativi e nel contempo prevedendo che tale inversione contabili si applichi solamente in presenza di una specifica opzione.
Categorie:Immobili  –  Iva
Reverse charge nelle cessioni di immobili strumentali: ultime modifiche normative - Daily news N. 210 del 12.07.2012 a cura di Edoardo Martini€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
30-06-2015

Svalutazioni e perdite su crediti, nuove modifiche per banche e assicurazioni

Il DL 83/2015, in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell’amministrazione giudiziaria (pubblicato…
30-06-2015

Sospensione da adesione, revirement alla prova del legittimo affidamento

Come rammentato in un recente articolo (si veda “La sospensione da adesione non si cumula con quella feriale” del 26 giugno 2015), la Corte di…
30-06-2015

Dal 1° luglio, buoni pasto elettronici non imponibili fino a 7 euro

Dal 1° luglio 2015, per i buoni pasto elettronici aumenta da 5,29 a 7 euro il tetto di esclusione previsto dall’art. 51 comma 2 lett. c) del TUIR.La…
30-06-2015

Modificate le rate da istituti deflativi, avvisi bonari e dilazioni dei ruoli

Approda sul tavolo delle Commissioni compententi per i pareri lo schema di DLgs. sulla riscossione delle imposte (Atto n. 185), attuativo sempre della…
30-06-2015

Le violazioni in materia di IVIE e IVAFE non impattano sulla voluntary disclosure

La DRE Piemonte ha diffuso il verbale dei lavori sulla voluntary disclosure che sono stati svolti in collaborazione con i membri del gruppo di studio…
30-06-2015

Proposta di concordato preventivo affidata anche ai creditori

Nel DL 83/2015, il legislatore ha previsto, accanto alla nuova disciplina relativa al piano di concordato preventivo con offerta da parte di soggetto…
30-06-2015

Obbligo dei registri telematici nel settore agroalimentare prorogato al 1° ottobre

Il Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, con decreto del 25 giugno 2015 (prot. n. 6437), ha disposto la proroga, dal 1° luglio al…
30-06-2015

Criteri ad hoc per la conversione delle poste in valuta estera

I crediti in valuta estera sono soggetti a due criteri di valutazione contemporaneamente. In quanto crediti, essi devono essere iscritti in bilancio…
29-06-2015

Rivoluzione in arrivo per le sanzioni amministrative tributarie

Venerdì scorso l’Esecutivo ha approvato una bozza di decreto legislativo attuativo dell’art. 8 comma 1 della L. 23/2014, che ha l’obiettivo di…
29-06-2015

Controllo formale della dichiarazione “circoscritto”

Un argomento poco battuto dalla giurisprudenza riguarda i “confini” tra avviso di accertamento e cartella di pagamento derivante dal controllo formale…
29-06-2015

Ravvedimento dell’imposta di successione in caso di disclosure

L’adesione alla voluntary disclosure in relazione a patrimoni ereditati può far sorgere alcune questioni concernenti l’imposta sulle…
29-06-2015

Raddoppio dei termini solo con notizia di reato “tempestiva”

Non opera il raddoppio dei termini di accertamento in presenza di obbligo di denuncia penale per reati tributari nel caso in cui la notizia di reato…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it