Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
12 luglio 2012

Reverse charge nelle cessioni di immobili strumentali: ultime modifiche normative

Daily news N. 210 del 12.07.2012 a cura di Edoardo Martini

Reverse charge nelle cessioni di immobili strumentali: ultime modifiche normative - Daily news N. 210 del 12.07.2012 a cura di Edoardo Martini€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

L’art. 17, co. 1, del D.P.R. n. 633/72, dispone che “l’imposta è dovuta dai soggetti che effettuano le cessioni di beni e le prestazioni di servizi imponibili (….)”. Tuttavia, in deroga a tale principio generale, i successivi co. 2, 3, 5, 6 e 7, del medesimo art. 17 prevedono l’inversione contabile (o reverse charge), obbligando il cessionario, o il committente, al pagamento dell’imposta, mediante l’emissione di un’autofattura. Le motivazioni alla base di tale inversione sono fondamentalmente rinvenibili in alcuni casi alla volontà di contrastare fenomeni di frodi Iva, ed in altre ipotesi all’impossibilità per il cedente di applicare l’imposta in quanto soggetto non identificato ai fini Iva in Italia (generalmente soggetti non residenti privi di stabile organizzazione in Italia e non identificati direttamente, ovvero senza rappresentante fiscale nel nostro territorio). L’art. 17, co. 5, 6 e 7, del D.P.R. n. 633/72, contengono tutta una serie di disposizioni speciali riferite ad operazioni interne, ossia eseguite tra soggetti residenti in Italia, per le quali l’imposta non è dovuta dai cedenti o dai prestatori, bensì dai cessionari o dai committenti. Per tali operazioni, pertanto, sussiste una deroga all’ordinario regime che si basa sul metodo della rivalsa e della detrazione dell’imposta. Denominatore comune di tutte le fattispecie di inversione contabile interna consiste nella volontà di porre un freno alle frodi Iva che avvengono in particolari settori, evitando che il cessionario si porti in detrazione un’imposta che non viene versata all’Erario da parte del cedente o del prestatore. In tale contesto, il recente D.L. 22.6.2012, n. 83, in vigore dal 26 giugno 2012, ha modificato le regole di applicazione dell’Iva per le cessioni e locazioni di immobili abitativi e strumentali, ampliando notevolmente l’ambito di applicazione dell’Iva sulle predette operazioni (anche se, in molte fattispecie, a seguito dell’esercizio di un’opzione). A seguito di tali modifiche, il legislatore ha riscritto la lett. a-bis) del co. 6 dell’art. 17 del DPR 633/72, riformulando l’ambito applicativo del regime di reverse charge per le cessioni di immobili, ampliandolo anche agli immobili abitativi e nel contempo prevedendo che tale inversione contabili si applichi solamente in presenza di una specifica opzione.
Categorie:Immobili  –  Iva
Reverse charge nelle cessioni di immobili strumentali: ultime modifiche normative - Daily news N. 210 del 12.07.2012 a cura di Edoardo Martini€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
19-04-2014

Nel 2014, con la riduzione del cuneo fiscale risparmio di 640 euro

A partire dal mese prossimo e fino alla fine del 2014, ai lavoratori dipendenti e assimilati che guadagnano tra 8.000 e 26.000 euro lordi all’anno…
19-04-2014

Per terreni di coltivatori diretti e IAP, la “mini-IMU” ha sostituito l’IRPEF

Il principio di sostituzione IMU-IRPEF trova applicazione anche in presenza della sola cosiddetta “mini-IMU”. Ne discende che per i terreni (agricoli…
19-04-2014

Zanetti: “Giusto ridurre la spesa ma non a colpi di tagli lineari”

Federalismo fiscale, patto per la salute, antiriciclaggio e revisione legale. Sono queste alcune delle deleghe assegnate dal Ministero dell’Economia,…
19-04-2014

Imposte sulle rendite finanziarie al 26% dal 1° luglio 2014

Il decreto legge varato ieri dal Governo prevede, tra le misure di finanziamento degli sgravi IRPEF e IRAP, un ulteriore incremento della tassazione…
19-04-2014

Dalla Cassazione, inversione di rotta apparente sulla prova nel redditometro

Negli accertamenti sintetici fondati sulla spesa patrimoniale, il contribuente deve fornire la prova contraria dimostrando la disponibilità di…
19-04-2014

Confermato il “taglio” generalizzato dell’IRAP

Il DL approvato ieri, 18 aprile 2014, dal Consiglio dei Ministri, conferma il “taglio” dell’IRAP a partire dall’anno in corso. In particolare, dal…
19-04-2014

Sfilate e vendite di capi obbligano a presentare la dichiarazione in Italia

Una società con sede legale nel Principato di Monaco, e con oggetto sociale la promozione sui mercati dell’Europa dell’Est della vendita di capi di…
18-04-2014

Al Centro operativo di Venezia la verifica dei rimborsi da deducibilità IRAP

Il Centro operativo di Venezia dell’Agenzia delle Entrate “allarga” le sue competenze. Con il provvedimento n. 55939 di ieri, avrà la funzione di…
18-04-2014

In arrivo il “nuovo” decreto sull’“exit tax”

Dovrebbe arrivare presto alla firma del Ministro dell’Economia e delle finanze il “nuovo” decreto che disciplina l’opzione per la sospensione o la…
18-04-2014

Incostituzionalità del reclamo “spendibile” per i rapporti non esauriti

Come messo in evidenza su Eutekne.info (si veda “Incostituzionale l’inammissibilità del ricorso per «salto» della mediazione” del 17 aprile 2014), la…
18-04-2014

Comunicazione dei beni ai soci problematica per i soggetti “non solari”

In seguito alla proroga disposta dal provv. del 16 aprile 2014 n. 54581, la comunicazione dei beni in godimento ai soci e dei finanziamenti deve…
18-04-2014

Presentazione tardiva dello “spesometro” con sanzione a un ottavo

Ultima chiamata per i contribuenti che non effettuano la liquidazione mensile dell’IVA, per i quali il termine di presentazione dello “spesometro”…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it