Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
12 luglio 2012

Reverse charge nelle cessioni di immobili strumentali: ultime modifiche normative

Daily news N. 210 del 12.07.2012 a cura di Edoardo Martini

Reverse charge nelle cessioni di immobili strumentali: ultime modifiche normative - Daily news N. 210 del 12.07.2012 a cura di Edoardo Martini€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

L’art. 17, co. 1, del D.P.R. n. 633/72, dispone che “l’imposta è dovuta dai soggetti che effettuano le cessioni di beni e le prestazioni di servizi imponibili (….)”. Tuttavia, in deroga a tale principio generale, i successivi co. 2, 3, 5, 6 e 7, del medesimo art. 17 prevedono l’inversione contabile (o reverse charge), obbligando il cessionario, o il committente, al pagamento dell’imposta, mediante l’emissione di un’autofattura. Le motivazioni alla base di tale inversione sono fondamentalmente rinvenibili in alcuni casi alla volontà di contrastare fenomeni di frodi Iva, ed in altre ipotesi all’impossibilità per il cedente di applicare l’imposta in quanto soggetto non identificato ai fini Iva in Italia (generalmente soggetti non residenti privi di stabile organizzazione in Italia e non identificati direttamente, ovvero senza rappresentante fiscale nel nostro territorio). L’art. 17, co. 5, 6 e 7, del D.P.R. n. 633/72, contengono tutta una serie di disposizioni speciali riferite ad operazioni interne, ossia eseguite tra soggetti residenti in Italia, per le quali l’imposta non è dovuta dai cedenti o dai prestatori, bensì dai cessionari o dai committenti. Per tali operazioni, pertanto, sussiste una deroga all’ordinario regime che si basa sul metodo della rivalsa e della detrazione dell’imposta. Denominatore comune di tutte le fattispecie di inversione contabile interna consiste nella volontà di porre un freno alle frodi Iva che avvengono in particolari settori, evitando che il cessionario si porti in detrazione un’imposta che non viene versata all’Erario da parte del cedente o del prestatore. In tale contesto, il recente D.L. 22.6.2012, n. 83, in vigore dal 26 giugno 2012, ha modificato le regole di applicazione dell’Iva per le cessioni e locazioni di immobili abitativi e strumentali, ampliando notevolmente l’ambito di applicazione dell’Iva sulle predette operazioni (anche se, in molte fattispecie, a seguito dell’esercizio di un’opzione). A seguito di tali modifiche, il legislatore ha riscritto la lett. a-bis) del co. 6 dell’art. 17 del DPR 633/72, riformulando l’ambito applicativo del regime di reverse charge per le cessioni di immobili, ampliandolo anche agli immobili abitativi e nel contempo prevedendo che tale inversione contabili si applichi solamente in presenza di una specifica opzione.
Categorie:Immobili  –  Iva
Reverse charge nelle cessioni di immobili strumentali: ultime modifiche normative - Daily news N. 210 del 12.07.2012 a cura di Edoardo Martini€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
18-04-2015

Sentenza legittima se resa in sede cautelare

Il contribuente, unitamente al ricorso o in un momento successivo, può, ai sensi dell’art. 47 del DLgs. 546/92, chiedere la sospensione degli…
18-04-2015

Carrelli della spesa non soggetti a imposta sulla pubblicità

Con sentenza n. 525/65/15, la C.T. Reg. di Milano, sezione staccata di Brescia, ha stabilito che non è assoggettata a imposta la pubblicità effettuata…
18-04-2015

Adempimenti documentali rilevanti per le associazioni sportive dilettantistiche

In tema di associazioni sportive dilettantistiche, la Commissione tributaria regionale della Toscana, con la sentenza n. 651/5/15 del 14 aprile 2015,…
18-04-2015

Il disegno di legge sugli ecoreati ad impatto “231”

Il tema della prevenzione in materia ambientale ha assunto negli ultimi anni un ruolo centrale nella normativa internazionale e nazionale e a ciò è…
18-04-2015

L’applicazione dei nuovi OIC rende legittimo il rinvio a 180 giorni

La prima adozione dei nuovi principi contabili nazionali può giustificare il rinvio a 180 giorni dei termini per la convocazione dell’assemblea di…
18-04-2015

Dal Congresso nazionale le proposte dell’UNGDCEC

SALERNO – Amministrazione giudiziaria, collegio sindacale, altri incarichi giudiziari, rapporti col Fisco e antiriciclaggio. Questi i cinque ambiti su…
18-04-2015

Responsabilità solidale derogabile dalla contrattazione collettiva dell’appaltatore

Tra le risposte pubblicate ieri, 17 aprile 2015, sul sito del Ministero del Lavoro, l’interpello n. 9 fornisce chiarimenti in ordine alla possibilità,…
18-04-2015

Le preoccupazioni sulla Grecia “affossano” i mercati

La settimana è stata caratterizzata dai dati Usa peggiori delle attese (produzione industriale marzo -0,6% mensile, peggior risultato da due anni e…
17-04-2015

“Debutto” del 730 precompilato con più di 257 mila accessi

Da ieri, sono disponibili sul sito dell’Agenzia delle Entrate 20.442.683 dichiarazioni precompilate, mentre sono 206.792 i contribuenti che hanno già…
17-04-2015

Locazione di immobile, fornitura utenze e raccolta rifiuti distinte ai fini IVA

La sentenza della Corte di Giustizia di ieri, relativa alla causa C-42/14 (procedimento Minister Finansów contro Wojskowa Agencja Mieszkaniowa w…
17-04-2015

Operatori in oro, verifiche pre-invio della comunicazione integrativa annuale

Entro il prossimo 29 maggio gli intermediari finanziari (banche, poste, SGR, assicurazioni, Operatori Professionali in oro, ecc.) dovranno comunicare…
17-04-2015

Le “diverse” giurisdizioni sul fermo amministrativo alla Consulta

Con l’ordinanza del 10 gennaio 2014, pubblicata nella Gazzetta ufficiale “Corte Costituzionale” n. 15 del 15 aprile 2015, il Tribunale di Tivoli ha…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it