Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
29 giugno 2012

Studi di settore 2012: le cause di esclusione

Daily news N. 193 del 29.06.2012 a cura della Redazione

Studi di settore 2012: le cause di esclusione - Daily news N. 193 del 29.06.2012 a cura della Redazione€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

Per gli studi di settore, di cui all’art. 62-bis del decreto legge n. 331 del 30 agosto 1993, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427, sono state previste dal legislatore oltre a cause di inapplicabilità anche alcune cause di esclusione. Le cause di esclusione così come quelle di inapplicabilità delineano le situazioni che possono determinare la non applicazione dello studio di settore: mentre le prime, stabilite dalla legge, implicano valutazioni generali valide per qualsiasi tipo di studio, le seconde, individuate dai decreti ministeriali di approvazione degli studi di settore, possono divergere da studio a studio e presentano pertanto un ambito di applicazione più limitato rilevando soltanto per alcune forme di impresa e per alcune tipologie di attività. La regola generale che obbliga un contribuente alla compilazione e alla presentazione degli studi di settore è rappresentata dall’esercizio, in modo prevalente, di un’attività in relazione alla quale sono approvati i relativi studi. Come riportato dalle stesse istruzioni relative agli studi di settore, per attività prevalente si intende l’attività dalla quale è derivato, nel corso del periodo d’imposta di riferimento, il maggior ammontare di ricavi, nel caso di attività esercitata in forma d’impresa, o di compensi, nel caso di attività esercitata professionalmente. Relativamente alle cause di esclusione, a seguito delle novità introdotte dalla Finanziaria 2007, la “revisione” della disciplina relativa agli studi di settore ha comportato la riclassificazione delle stesse e la necessità di compilare comunque, in alcuni casi, il modello studi di settore anche in presenza di una causa di esclusione. Come verrà analizzato nel presente intervento, in tutti i casi in cui il modello studi di settore non va compilato il contribuente deve allegare il modello INE.
Categorie:Studi di Settore
Studi di settore 2012: le cause di esclusione - Daily news N. 193 del 29.06.2012 a cura della Redazione€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
01-09-2014

Niente raddoppio dei termini accertativi con denuncia prodotta in appello

In caso di accertamento notificato entro il termine raddoppiato per la (presunta) sussistenza di violazioni penali tributarie, cospicua giurisprudenza…
01-09-2014

Istanze dei volontari del soccorso alpino senza bollo

Tra le novità introdotte, in sede di conversione del DL 91/2014, ad opera della L. 116/2014, ve ne è una che concerne l’imposta di bollo e che è stata…
01-09-2014

Lo statuto della srl “salva” i sindaci

Come già più volte evidenziato su Eutekne.info, l’art. 20 comma 8 del DL 91/2014 convertito ha abrogato il secondo comma dell’art. 2477 c.c., che…
01-09-2014

Concordato “in bianco”, confermata la prededuzione “agevolata”

In sede di conversione del decreto “Competitività” è stato confermato l’art. 22, comma 7 del DL n. 91/2014 (conv. L. 116/2014), che dispone…
01-09-2014

Spariscono le Direzioni regionali del Lavoro

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 196 dello scorso 25 agosto, il DPCM 14 febbraio 2014 n. 121, che, a norma dell’art. 2, comma 10-ter del…
30-08-2014

Legittimazione di usi civici esente dall’imposta di registro

Dal 24 giugno 2014, tutti gli atti immobiliari concernenti gli usi civici, sia che comportino un trasferimento di diritti reali, che in caso…
30-08-2014

La proroga dell’ecobonus “slitta” nella legge di stabilità

Con una conferenza stampa-fiume, sono stati presentati i provvedimenti presi ieri dal Consiglio dei Ministri che riguardano il c.d. decreto “Sblocca…
30-08-2014

Le agevolazioni fiscali per le coop non si estendono alle banche popolari

Le banche popolari non possono fruire – né hanno mai fruito – delle agevolazioni fiscali previste dall’art. 12 della L. n. 904/77 per le società…
30-08-2014

Expo e agricoltura, da lunedì via alle domande per i contributi

Il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF) ha dato il via alla selezione pubblica nazionale per l’erogazione di contributi…
30-08-2014

Revoca dell’amministratore di srl strumentale all’azione di responsabilità

La richiesta di consultare, in via d’urgenza, i libri sociali e la documentazione relativa all’amministrazione, ex art. 2476 comma 2 c.c., non può…
30-08-2014

Varato il “nuovo” processo civile

Nel Consiglio dei Ministri di ieri il Governo ha approvato un decreto legge con interventi in materia di degiurisdizionalizzazione e processo civile…
30-08-2014

Inflazione ancora in discesa

La pubblicazione del dato preliminare di agosto sull’inflazione della zona euro conferma le attese (0,3% tendenziale rispetto allo 0,4% del mese…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it