Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
29 giugno 2012

Studi di settore 2012: le cause di esclusione

Daily news N. 193 del 29.06.2012 a cura della Redazione

Studi di settore 2012: le cause di esclusione - Daily news N. 193 del 29.06.2012 a cura della Redazione€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

Per gli studi di settore, di cui all’art. 62-bis del decreto legge n. 331 del 30 agosto 1993, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427, sono state previste dal legislatore oltre a cause di inapplicabilità anche alcune cause di esclusione. Le cause di esclusione così come quelle di inapplicabilità delineano le situazioni che possono determinare la non applicazione dello studio di settore: mentre le prime, stabilite dalla legge, implicano valutazioni generali valide per qualsiasi tipo di studio, le seconde, individuate dai decreti ministeriali di approvazione degli studi di settore, possono divergere da studio a studio e presentano pertanto un ambito di applicazione più limitato rilevando soltanto per alcune forme di impresa e per alcune tipologie di attività. La regola generale che obbliga un contribuente alla compilazione e alla presentazione degli studi di settore è rappresentata dall’esercizio, in modo prevalente, di un’attività in relazione alla quale sono approvati i relativi studi. Come riportato dalle stesse istruzioni relative agli studi di settore, per attività prevalente si intende l’attività dalla quale è derivato, nel corso del periodo d’imposta di riferimento, il maggior ammontare di ricavi, nel caso di attività esercitata in forma d’impresa, o di compensi, nel caso di attività esercitata professionalmente. Relativamente alle cause di esclusione, a seguito delle novità introdotte dalla Finanziaria 2007, la “revisione” della disciplina relativa agli studi di settore ha comportato la riclassificazione delle stesse e la necessità di compilare comunque, in alcuni casi, il modello studi di settore anche in presenza di una causa di esclusione. Come verrà analizzato nel presente intervento, in tutti i casi in cui il modello studi di settore non va compilato il contribuente deve allegare il modello INE.
Categorie:Studi di Settore
Studi di settore 2012: le cause di esclusione - Daily news N. 193 del 29.06.2012 a cura della Redazione€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
03-05-2016

Da ieri e fino al 7 luglio si può accettare o modificare il 730 precompilato

Da ieri pomeriggio, i contribuenti possono accettare o modificare, anche con integrazione, i dati contenuti nel proprio 730 precompilato. Con un…
03-05-2016

Conservazione degli atti di aggiornamento catastale solo in digitale

L’Agenzia delle Entrate ha interrotto ieri l’archiviazione cartacea degli atti di aggiornamento catastale a favore di quella informatica nell’ambito…
03-05-2016

Indagini fiscali mirate nei confronti del non profit

Come accade ormai da diversi anni, anche nell’ultima circolare n. 16, appena emanata dall’Agenzia delle Entrate e contenente gli indirizzi operativi…
03-05-2016

Decadenza dalla dilazione degli avvisi bonari meno cara

Abbiamo già commentato, nelle sue linee essenziali, la circolare n. 17 dell’Agenzia delle Entrate, che ha illustrato le novità del DLgs. 159/2015 in…
03-05-2016

I garage scontano la tassa sui rifiuti se sono utilizzabili

Con le recenti ordinanze gemelle nn. 7616/2016 e 7617/2016, la Corte di Cassazione è tornata sul trattamento del garage ai fini della TARSU,…
03-05-2016

Per l’interpello CFC semplificazioni a metà

L’analisi delle fattispecie oggetto del nuovo interpello “probatorio”, disciplinato dall’art. 11 comma 1 lettera b) della L. 212/2000, ha in questa…
03-05-2016

Denuncia ai sindaci centrale nelle spa

La Fondazione Nazionale dei Commercialisti, nel documento del 30 aprile 2016, esamina la disciplina della denuncia di fatti “censurabili” al Collegio…
03-05-2016

Procedura di immigrazione “completa” per i lavoratori autonomi extra-Ue

Lo straniero di un Paese terzo, che intenda svolgere in Italia un’attività industriale, professionale artigianale o commerciale, ovvero costituire una…
30-04-2016

Al via il reverse charge per tablet e laptop

Dal prossimo lunedì 2 maggio, per le cessioni di tablet PC, laptop e console da gioco l’IVA si applica con il meccanismo del reverse charge.La…
30-04-2016

Inverter e pannelli fotovoltaici esclusi dalla stima della rendita catastale

L’Agenzia delle Entrate, in occasione del 130° anniversario della nascita del catasto, ha fornito alcuni chiarimenti interpretativi sugli impianti di…
30-04-2016

Pronti i codici per pagare le somme dovute alle Dogane a seguito di reclamo

Con la risoluzione n. 33 di ieri, l’Agenzia delle Entrate ha indicato i codici tributo per versare, tramite il modello F24 Accise, le somme dovute a…
30-04-2016

Pesca e costruzioni trovano le causali contributo

Con due risoluzioni pubblicate ieri l’Agenzia delle Entrate ha istituito le causali contributo “EBLC” ed “ENBP” che potranno essere utilizzate per…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it