Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
29 giugno 2012

Studi di settore 2012: le cause di esclusione

Daily news N. 193 del 29.06.2012 a cura della Redazione

Studi di settore 2012: le cause di esclusione - Daily news N. 193 del 29.06.2012 a cura della Redazione€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

Per gli studi di settore, di cui all’art. 62-bis del decreto legge n. 331 del 30 agosto 1993, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 ottobre 1993, n. 427, sono state previste dal legislatore oltre a cause di inapplicabilità anche alcune cause di esclusione. Le cause di esclusione così come quelle di inapplicabilità delineano le situazioni che possono determinare la non applicazione dello studio di settore: mentre le prime, stabilite dalla legge, implicano valutazioni generali valide per qualsiasi tipo di studio, le seconde, individuate dai decreti ministeriali di approvazione degli studi di settore, possono divergere da studio a studio e presentano pertanto un ambito di applicazione più limitato rilevando soltanto per alcune forme di impresa e per alcune tipologie di attività. La regola generale che obbliga un contribuente alla compilazione e alla presentazione degli studi di settore è rappresentata dall’esercizio, in modo prevalente, di un’attività in relazione alla quale sono approvati i relativi studi. Come riportato dalle stesse istruzioni relative agli studi di settore, per attività prevalente si intende l’attività dalla quale è derivato, nel corso del periodo d’imposta di riferimento, il maggior ammontare di ricavi, nel caso di attività esercitata in forma d’impresa, o di compensi, nel caso di attività esercitata professionalmente. Relativamente alle cause di esclusione, a seguito delle novità introdotte dalla Finanziaria 2007, la “revisione” della disciplina relativa agli studi di settore ha comportato la riclassificazione delle stesse e la necessità di compilare comunque, in alcuni casi, il modello studi di settore anche in presenza di una causa di esclusione. Come verrà analizzato nel presente intervento, in tutti i casi in cui il modello studi di settore non va compilato il contribuente deve allegare il modello INE.
Categorie:Studi di Settore
Studi di settore 2012: le cause di esclusione - Daily news N. 193 del 29.06.2012 a cura della Redazione€ 6,00

(prezzi IVA esclusa)

 

ABC News

 
01-09-2016

Mezzi di prova tassativi per superare le presunzioni di cessione e acquisto

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 13979/2016, ha chiarito i presupposti di applicabilità delle presunzioni di cessione ex art. 1 del DPR…
01-09-2016

Sostitutiva per la rivalutazione dei terreni non rimborsabile

La recente sentenza n. 16162/2016, con la quale la Corte di Cassazione ha accolto il ricorso proposto dall’Agenzia delle Entrate in materia di imposta…
01-09-2016

Donazione di prodotti alimentari per solidarietà sociale fuori da tassazione

Con la L. 19 agosto 2016 n. 166 (pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 202 del 30 agosto), il legislatore ha previsto misure di semplificazione per…
01-09-2016

Confisca diretta e per equivalente per la sottrazione fraudolenta

Il delitto di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte, previsto dall’art. 11 del DLgs. 74/2000, integra un reato di pericolo, ove…
01-09-2016

Modulistica unificata per la nuova SCIA

In attuazione dell’art. 5 della L. 7 agosto 2015 n. 124 (c.d. legge Madia di riforma della P.A.), il DLgs. 30 giugno 2016 n. 126 è intervenuto sui…
01-09-2016

Associazione in partecipazione impropria senza gli elementi essenziali

La riconducibilità di un contratto di lavoro alla fattispecie dell’associazione in partecipazione (art. 2549 c.c.) o al rapporto di lavoro subordinato…
31-08-2016

Nuova white list con impatto sui rapporti con l’estero e sul quadro RW

Con il DM 9 agosto 2016, il Ministero dell’Economia e delle finanze ha ridisegnato in modo significativo la white list del DM 4 settembre 1996,…
31-08-2016

Aiuti di Stato per 13 miliardi ad Apple

Con una conferenza stampa della Commissaria responsabile per la Concorrenza, Margrethe Vestager, la Commissione europea ha comunicato ieri di aver…
31-08-2016

L’unico partecipante “esecutivo” esonera l’impresa familiare dall’IRAP

In assenza di ulteriori elementi atti a configurare un’attività autonomamente organizzata, le imprese familiari sono escluse da IRAP, qualora l’unico…
31-08-2016

Legittimo l’accertamento basato sui file nel computer del fornitore

È legittimo l’accertamento analitico-induttivo fondato sui dati desunti dai file “non ufficiali” presenti nel pc di un fornitore del contribuente…
31-08-2016

Per il valore intrinseco rileva la capacità di reddito corrente dell’azienda

I Principi italiani di valutazione (PIV) prevedono un’ulteriore configurazione di valore per le valutazioni di aziende e partecipazioni, beni…
31-08-2016

Ripetibili le somme pensionistiche se il datore sbaglia i dati contributivi

Nel caso in cui la liquidazione di un trattamento pensionistico sia avvenuta sulla base dei dati contributivi errati trasmessi dal datore di lavoro,…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it