3 settembre 2018

La concessione dei beni d’impresa in godimento ai soci

Focus n. 31 del 03.09.2018 a cura di Michele Bana - pag. 18

La concessione dei beni d’impresa in godimento ai soci - Focus n. 31 del 03.09.2018 a cura di Michele Bana - pag. 18€ 10,00

+ IVA

In caso di cespiti aziendali concessi in godimento ad un socio persona fisica, risulta imponibile come reddito diverso – ai sensi art. 67, co. 1, lett. h-ter), del D.P.R. 917/1986 – la differenza tra il valore di mercato del diritto di godimento e il corrispettivo annuo relativo al godimento del bene. La norma si applica sia nel caso in cui il bene venga concesso in godimento per l’intero anno, sia quando venga concesso in godimento solo per una frazione dell’anno. Nel primo caso, il reddito diverso da assoggettare a tassazione sarà pari alla differenza tra il valore di mercato del diritto di godimento e il corrispettivo annuo pattuito o pagato. Diversamente, se la concessione è riferita a una sola parte dell’anno, il reddito diverso dovrò essere calcolato rapportando il valore di mercato annuo del diritto di godimento al corrispettivo pattuito o pagato per il periodo di godimento. Si ricorda che il reddito diverso in parola si considera conseguito alla data di maturazione, a differenza delle altre tipologie di reddito previste dall’art. 67 del TUIR, che rilevano, invece, in base al principio di cassa.
Categorie:Varie
La concessione dei beni d’impresa in godimento ai soci - Focus n. 31 del 03.09.2018 a cura di Michele Bana - pag. 18€ 10,00

+ IVA

Le prossime Videoconferenze
CFP: 9
Videoconferenza: leggi-diritto 2
19 settembre 2018
Diretta: 9.30 - 12.30
€ 240,00
+ IVA

CFP: 3
Videoconferenza: accordo 2
25 settembre 2018
Diretta: 9.30 - 12.30
€ 80,00
+ IVA

CFP: 3
Videoconferenza: casa
25 settembre 2018
Diretta: 14.30 - 17.30
€ 80,00
+ IVA