6 dicembre 2018

Proroga CIGS: la rettifica ai chiarimenti ministeriali

Memory n. 340 del 06.12.2018 a cura di Riccardo Malvestiti

Con l’art. 25 DL n. 119 del 23.10.2018 il legislatore ha introdotto alcune modifiche all’articolo 22 bis del D.Lgs. n. 148 del 14.09.2015, ampliando l’ambito di applicazione della proroga del trattamento di integrazione salariale straordinario. Come noto, con l’articolo 1, comma 133, legge n. 205/2017 è stata introdotta una proroga CIGS a favore delle imprese con un organico superiore a 100 unità: nelle ipotesi di riorganizzazione aziendale e crisi aziendale, gli interessati potranno accedere ad un trattamento CIGS di ulteriori 12 mesi (6 per le ipotesi di crisi) fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Con il DL n. 119/2018, il legislatore: i) ha stralciato il limite occupazionale di 100 unità quale requisito per l’accesso all’istituto della proroga; ii) ha previsto la possibilità di concedere l’intervento per la causale contratto di solidarietà qualora permanga l’esubero di personale già dichiarato nell’accordo. Con la circolare n. 16 del 29.10.2018 il Ministero del Lavoro ha fornito precisazioni in relazione alle modifiche apportate all’istituto, specificando che per accedere alla proroga, nell’ipotesi di stipula di un contratto di solidarietà, l’impresa deve presentare piani di gestione volti alla salvaguardia occupazionale che prevedano specifiche azioni di politiche attive concordate con la regione interessata o con le regioni interessate nel caso di imprese con unità produttive coinvolte ubicate in due o più regioni. Con la successiva circolare n. 18 del 2.11.2018 il Ministero del Lavoro ha fornito precisazioni di dettaglio rettificando, parzialmente, i chiarimenti forniti in occasione del precedente intervento. In particolare, viene ora previsto che possono accedere in via transitoria ai trattamenti di proroga della CIGS per le causali di riorganizzazione, crisi e contratto di solidarietà anche quelle imprese che abbiano concluso il precedente trattamento nel corso dell’anno 2018, riconoscendo la possibilità di proroga ai programmi che scadono dal 30.06.2018 in poi.
Categorie:Lavoro
Le prossime Videoconferenze
CFP: 3
Videoconferenza: lavoro al computer 5
CFP: 3
Videoconferenza: accordo 3
19 dicembre 2018
Diretta: 14.30 - 17.30
€ 80,00
+ IVA

CFP: 3
Videoconferenza: grafici-analisi-bilanci 4
18 gennaio 2019
Diretta: 9.30 - 12.30
€ 80,00
+ IVA