25 marzo 2024

Decreto semplificazioni “adempimenti”: cosa cambia dal 2024

Focus n. 12 del 25.03.2024 a cura di Gualtiero Santerini - pag. 13

Decreto semplificazioni “adempimenti”: cosa cambia dal 2024 - Focus n. 12 del 25.03.2024 a cura di Gualtiero Santerini - pag. 13€ 10,00

+ IVA

Con la pubblicazione del D.lgs. n. 1/2024 recante la “Razionalizzazione e semplificazione delle norme in materia di adempimenti tributari”, il Governo continua l’attuazione della L. 111/2013 (Legge delega per la riforma fiscale) il cui articolo 16, comma 1, contiene i princìpi e criteri direttivi per la “revisione generale degli adempimenti tributari”. Nello specifico, le nuove disposizioni mirano a modificare (e semplificare) gli obblighi di dichiarazione per i contribuenti e per i sostituti d’imposta, la relativa modulistica nonché gli adempimenti connessi al pagamento dei tributi con particolare riguardo anche alla riorganizzazione delle scadenze sia dei pagamenti che delle dichiarazioni. Le modifiche riguardano, dunque, la modalità di presentazione semplificata della dichiarazione precompilata dei redditi per dipendenti e pensionati con cui si introduce, in via sperimentale, la dichiarazione dei redditi semplificata (“modello 730”) nella quale potranno essere indicate tutte le tipologie reddituali riconducibili alle persone fisiche non titolari di partita IVA. È previsto, l’esonero per i sostituti d’imposta del rilascio della Certificazione Unica dei redditi di lavoro Autonomo (CUA) nei confronti dei soggetti c.d. “forfetari” o che si avvalgono del regime di vantaggio previsto per l’imprenditoria giovanile
È stabilito che nell’ambito delle attività di revisione periodiche degli Indici sintetici di affidabilità fiscale, si svolgano anche analisi finalizzate alla riorganizzazione e razionalizzazione degli stessi “anche al fine di garantirne la capacità di rappresentare le realtà economiche nonché le evoluzioni della classificazione Ateco”. Sempre in tema di “ISA” viene semplificato l’adempimento compilativo del Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini degli Indicatori da parte dei contribuenti tenuti all’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale. Nuovi termini e modalità di versamento rateale delle somme dovute a titolo di saldo e di acconto delle imposte: l’articolo 9 nel modificare la disciplina dei versamenti minimi dell’IVA e delle ritenute sui redditi di lavoro autonomo, prevede di ampliare fino ad euro a 100 euro la soglia all’interno della quale è possibile rimandare il versamento al periodo successivo. L’articolo 10 stabilisce invece che, nei mesi di agosto e dicembre, l’Agenzia delle entrate sospenda l’invio delle comunicazioni relative ai controlli automatizzati, ai controlli formali e alle liquidazioni delle imposte sui redditi assoggettati a tassazione separata e delle lettere di compliance. Questo in estrema sintesi, alcune delle novità principali introdotte dal nuovo decreto “Adempimenti” in vigore dal 13 gennaio, il giorno seguente la pubblicazione in Gazzetta ufficiale.
Categorie:Varie
Decreto semplificazioni “adempimenti”: cosa cambia dal 2024 - Focus n. 12 del 25.03.2024 a cura di Gualtiero Santerini - pag. 13€ 10,00

+ IVA

Le prossime Videoconferenze
CFP: 3
Videoconferenza: lavoro al computer 4
18 aprile 2024
Diretta: 9.30 - 12.30
€ 90,00
+ IVA

CFP: 3
Videoconferenza: accordo 3
22 aprile 2024
Diretta: 14.30 - 17.30
€ 90,00
+ IVA

CFP: 6
videoconferenza
23 aprile 2024
Diretta: 9.30 - 12.30
€ 180,00
+ IVA