23 gennaio 2023

La prova in materia di indagini finanziarie tra norma e giurisprudenza

Focus n. 3 del 23.01.2023 a cura di Gianfranco Antico - pag. 32

La prova in materia di indagini finanziarie tra norma e giurisprudenza - Focus n. 3 del 23.01.2023 a cura di Gianfranco Antico - pag. 32€ 10,00

+ IVA

L’art.6, della L.n.130/2022, è intervenuto sull’art.7, del D.Lgs.n.546/92, aggiungendo, a decorrere dal 16 settembre 2022, dopo il comma 5 il comma 5-bis, consegnando all'Amministrazione la prova in giudizio delle violazioni contestate con l'atto impugnato, così che il giudice fonda la decisione sugli elementi di prova che emergono nel giudizio e annulla l'atto impositivo se la prova della sua fondatezza manca o è contraddittoria o se è comunque insufficiente a dimostrare, in modo circostanziato e puntuale, le ragioni oggettive su cui si fondano la pretesa impositiva e l'irrogazione delle sanzioni. Detta norma, a nostro avviso, non intacca, fra l’altro, tutte quelle ipotesi in cui il Legislatore ha previsto delle presunzioni, con inversione dell’onere della prova, come nel caso delle risultanze delle indagini bancarie, dove resta a carico del contribuente una prova liberatoria specifica. In questo nostro Focus puntiamo l’attenzione sui diversi aspetti che presenta la tematica della prova nell’ambito delle indagini finanziarie, rilevando i pronunciamenti più significativi.
Categorie:Accertamento
La prova in materia di indagini finanziarie tra norma e giurisprudenza - Focus n. 3 del 23.01.2023 a cura di Gianfranco Antico - pag. 32€ 10,00

+ IVA

Le prossime Videoconferenze
CFP: 3
Videoconferenza: gruppo al lavoro 7
9 febbraio 2023
Diretta: 14.30 - 17.30
€ 80,00
+ IVA

CFP: 3
videoconferenza
14 febbraio 2023
Diretta: 9.30 - 12.30
€ 80,00
+ IVA

CFP: 3
Videoconferenza: accordo 3
16 febbraio 2023
Diretta: 14.30 - 17.30
€ 80,00
+ IVA