6 febbraio 2012

Le istruzioni del Ministero dell’Interno sul contributo per il rilascio del permesso di soggiorno

Memory n. 50 del 06.02.2012 a cura di Riccardo Malvestiti

Come abbiamo avuto modo di argomentare nella nostra Memory n.14 del 13.01.2012, a partire dal 30 gennaio 2012, per il rilascio e/o il rinnovo del permesso di soggiorno, da parte di cittadini stranieri maggiorenni, è dovuto un contributo fissato fra un minimo di 80 ed un massimo di 200 euro. L’obbligo nasce dall’applicazione della Legge 15 luglio 2009, n. 94, da parte del Decreto interministeriale 6 ottobre 2011 dei Ministeri dell’Economia e dell’Interno. Parte degli introiti saranno assegnati al “Fondo rimpatri”, finalizzato a finanziare le spese per il rimpatrio degli stranieri verso i Paesi di origine ovvero di provenienza. Secondo quanto chiarito dalla circolare del Ministero dell’Interno n- 5 del 27.01.2012 il contributo in parola si cumula agli oneri già a carico dello straniero relativi al costo del permesso di soggiorno elettronico, nonché alle spese relative all'accettazione delle istanze presso gli uffici postali e dell'imposta di bollo, che dunque rimangono fermi nel loro ammontare.
Categorie:Lavoro
Le prossime Videoconferenze
CFP: 2
Videoconferenza: professionista
11 ottobre 2022
Diretta: 10.00 - 12.00
€ 65,00
+ IVA

CFP: 3
Videoconferenza: gruppo al lavoro 7
12 ottobre 2022
Diretta: 9.30 - 12.30
€ 80,00
+ IVA

CFP: 3
Videoconferenza: gruppo al lavoro 3
12 ottobre 2022
Diretta: 14.30 - 17.30
€ 80,00
+ IVA