Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
20 dicembre 2011

Deduzione forfettaria in favore degli esercenti impianti di distribuzione carburanti

Memory n. 489 del 20.12.2011 a cura di Riccardo Malvestiti

Secondo quanto previsto dall’articolo 34 delle legge n. 183 del 12.11.2011 – ovvero la c.d. legge di stabilità 2012 – a partire dal 01.01.2012 entra a regime la previsione contenuta dal comma 1 secondo cui gli esercenti degli impianti di distribuzione dei carburanti possono beneficiare di una deduzione forfettaria sui redditi. Tale previsione è stata introdotta dal legislatore per tenere conto degli effetti sortiti dall’aumento delle accise. La deduzione è prevista nella misura dell’1,1% del reddito per i ricavi fino a 1.032.000 euro e si riduce progressivamente per gli importi superiori a tale cifra. Secondo quanto previsto dalla legge n. 183/2011 per il calcolo dell’acconto d’imposta sul reddito prodotto gli operatori del settore non dovranno tenere conto di tale deduzione. La disposizione contenuta nel comma 1 dell’articolo 34 della legge di stabilità, quindi, si applica alla determinazione del reddito d’impresa (e quindi dell’imposta dovuta) ma non in sede di determinazione dell’acconto, che quindi verrà calcolato sulla base di un maggior imponibile. Ricordiamo, infine, che la deduzione in commento è stata prorogata ininterrottamente dal 1998 e prevede, per il prossimo anno un leggero ritocco dei limiti di ricavi che danno diritto alla deduzione.
Categorie:Agevolazioni Fiscali  –  Autotrasporti
 

ABC News

 
18-09-2014

Rimborso spettante anche con l’integrativa fuori termine

Con la sentenza n. 19537 di ieri, la Cassazione è tornata a occuparsi dell’emendabilità della dichiarazione e della correlata possibilità di…
18-09-2014

Limiti all’espropriazione della prima casa con effetto retroattivo

L’espropriazione immobiliare, grazie alle modifiche che il DL 69/2013 ha apportato all’art. 76 del DPR 602/73, è inibita, in ogni caso e a prescindere…
18-09-2014

Non inerenti i costi per le consulenze a favore delle controllate

Tra i principi che regolano la deducibilità, dal reddito d’impresa, dei componenti negativi, assume assoluto rilievo il principio di inerenza. A…
18-09-2014

I beni strumentali entrano nel calcolo dello scostamento per il redditometro

L’accertamento sintetico, come altre tipologie di rettifica quali il metodo induttivo-extracontabile, non può essere effettuato in maniera generale,…
18-09-2014

La casa madre della stabile non può aderire al gruppo IVA

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, nella sentenza di ieri, 17 settembre 2014, causa C-7/13, ha affermato che le prestazioni di servizi rese da…
18-09-2014

Incentivi all’esodo, resta la tassazione separata “agevolata”

La tassazione separata “agevolata” degli incentivi all’esodo dei dipendenti, sulla base di accordi anteriori al 4 luglio 2006, permane anche se non…
18-09-2014

No profit, sanatoria per il 5 per mille entro fine mese

Per gli enti che intendono partecipare al riparto del cinque per mille per l’esercizio finanziario 2014 scade a fine mese il termine ultimo per…
18-09-2014

Nella “231”, sui flussi informativi ampio spazio all’autonomia privata dell’ente

L’art. 6, comma 2, lett. d) del DLgs. 231/2001 richiede che il modello organizzativo preveda degli obblighi di informazione nei confronti…
18-09-2014

“Affidavit” anche nell’ordinamento italiano

Nel DL 132/2014, contenente misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo…
17-09-2014

Al PM la determinazione dei beni da vincolare “per equivalente”

Il tema della sproporzione tra il valore dei beni vincolati “per equivalente” rispetto a quanto indicato nel decreto di sequestro preventivo è stato…
17-09-2014

Il rent to buy si trascrive come un contratto preliminare

Con l’entrata in vigore, il 13 settembre 2014, del decreto “Sblocca Italia”, i contratti di “rent to buy” hanno trovato una disciplina…
17-09-2014

Servizio di tesoreria degli enti pubblici senza bollo

Gli estratti conto relativi alle liquidazioni periodiche dei conti correnti accesi per conto di Enti pubblici locali al fine dello svolgimento del…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa
E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it