Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Accesso Utenti

 
 
 

Il caso del giorno

 
31 luglio 2015

La partita IVA italiana non evita l’acquisto intracomunitario

a cura di Giorgio Confente e Nadia Gentina - EUTEKNE.INFO
Nel caso di acquisti da fornitori stabiliti nella Ue, se il bene proviene direttamente da un Paese comunitario, il cliente soggetto passivo stabilito in Italia è tenuto a integrare la fattura del fornitore, come un normale acquisto intracomunitario, e a presentare il modello INTRASTAT,anche se il cedente indica in fattura la partita IVA italiana, acquisita tramite rappresentante fiscale o identificazione diretta.Diverso, invece, è il caso in cui il fornitore introduce in Italia i beni in un proprio magazzino, in un momento anteriore rispetto a quello in cui avviene la cessione, perché in questo caso si verifica un’operazione interna, per cui l’acquirente nazionale è debitore d’imposta, ai sensi dell’art. 17, comma 2 del DPR 633/72.Con la riforma in vigore dal 1° gennaio 2010, il legislatore ha esteso in maniera generalizzata il sistema del “reverse charge” in capo all’acquirente nel caso di acquisti di beni esistenti nel territorio dello Stato effettuati presso soggetti non residenti,…
> Continua la lettura

ABC News

 
 

Le edizioni del giorno

 

In primo piano

 
27 luglio 2015

Le indagini finanziarie: il punto della situazione

Focus N. 30 del 27.07.2015 a cura di Ruggero Viviani - pag. 23

L’art. 32, comma 1, n. 2 del D.P.R. 600/1973 consente all’amministrazione finanziaria d’imputare redditi occultati al fisco qualora dalle risultanze dei conti correnti intestati al contribuente risultino operazioni di prelevamento e versamento…
20 luglio 2015

Soggetti non fallibili e strumenti di soluzione della crisi

Focus N. 29 del 20.07.2015 a cura di Michele Bana - pag. 46

L’imprenditore commerciale privato “non piccolo”, così come quello agricolo, il lavoratore autonomo o il privato consumatore, possono superare il proprio stato di difficoltà, utilizzando uno dei rimedi offerti dalla Legge 27 gennaio 2012, n. 3,…
13 luglio 2015

Il conferimento ed il recesso negli studi associati

Focus N. 28 del 12.07.2015 a cura di Ruggero Viviani - pag. 25

Le fattispecie del conferimento e del recesso rappresentano casi frequenti in pratica, nella vita di una associazione professionale. Il conferimento della clientela non è una fattispecie espressamente disciplinata dal legislatore fiscale nell’ambito…
6 luglio 2015

Fiscalità dei contributi previdenziali dei liberi professionisti

Focus N. 27 del 06.07.2015 a cura di Ruggero Viviani - pag. 42

I contributi previdenziali rappresentano una fattispecie particolare nell’ambito delle libere professioni, oggetto di contenzioso e di dubbi interpretativi non risolti. Essi entrano nell’ambito del reddito del professionista a volte come elementi…
29 giugno 2015

Il nuovo regime forfetario quale nuovo regime naturale

Focus N. 26 del 29.06.2015 a cura di Luca Santi - pag. 30

Il presente intervento ha lo scopo di illustrare le novità introdotte dal legislatore con la Legge di stabilità 2015 (Legge del 23 dicembre 2014 n. 190), in particolare si analizza la disciplina relativa al nuovo regime forfetario dei contribuenti…
22 giugno 2015

Eliminazione contabile dei crediti e deduzione fiscale delle perdite

Focus N. 25 del 22.06.2015 a cura di Ruggero Viviani - pag. 30

In questo intervento ci occupiamo del momento in cui le imprese eliminano i crediti dal bilancio, procedendo con la deduzione fiscale dell’importo rimosso dalle attività patrimoniali, per effetto del disposto normativo contenuto nell’art. 101, comma…
15 giugno 2015

Disciplina delle perdite fiscali (imprese e professionisti) nell’ambito della gestione ordinaria

Focus N. 24 del 15.06.2015 a cura di Ruggero Viviani - pag. 26

Le perdite fiscali si caratterizzano per un trattamento diversificato a seconda del soggetto che le sopporta. Le norme che disciplinano il trattamento tributario delle perdite fiscali, infatti, cambiano se si tratta di soggetti Ires, di imprese…
8 giugno 2015

La deducibilità Ires degli interessi passivi

Focus N. 23 del 08.06.2015 a cura di Michele Bana - pag. 17

L’art. 96 del Tuir stabilisce che gli oneri finanziari, diversi da quelli compresi nel costo fiscale dei beni, sono deducibili in ciascun periodo d’imposta, fino a concorrenza degli interessi attivi e dei proventi finanziari. L’eccedenza è deducibile…
 

Notizie in evidenza

 
31 luglio 2015

Ufficiale la proroga per i modelli 770

In un’ormai collaudata “zona Cesarini”, è ufficiale la proroga al 21 settembre per l’invio dei…
31 luglio 2015

Tempo fino a settembre per “rispondere” ai controlli formali sui redditi 2012

Slitta a settembre il termine per rispondere alle richieste di documentazione da controllo formale,…
31 luglio 2015

Tutto pronto per versare la sanzione ridotta da visto infedele sui modelli 730

Con il codice identificativo “73”, denominato “CONTRIBUENTE”, e con il codice tributo “8925”,…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it