Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Accesso Utenti

 
 
 

Il caso del giorno

 
25 febbraio 2017

Lecito dedurre in Italia le perdite di una branch estera

a cura di Marco Marani - EUTEKNE.INFO
Quando si affaccia all’estero, l’impresa con attività internazionale deve valutare come meglio approcciare tutta una serie di esigenze (legali, commerciali, valutarie), incluse quelle fiscali.In nessuna disposizione dell’ordinamento italiano è rinvenibile un principio implicito sulle modalità di conduzione del business all’estero. In tal senso il contribuente è libero nel decidere di operare tramite una società controllata, dotata di una propria autonomia giuridica, ovvero tramite una stabile organizzazione, quindi una promanazione dell’impresa italiana, con tutto ciò che ne consegue quanto ai risvolti fiscali.L’alternativa tra costituire all’estero una società controllata o una stabile organizzazione rappresenta una caratteristica strutturale del nostro ordinamento, così come di qualsiasi sistema tributario.Si tratta di due strumenti di collegamento con l’impresa nazionale tra loro fungibili, dotato ognuno di una propria completezza e dignità. Uno di tali regimi, fondato…
> Continua la lettura

ABC News

 
 

Le edizioni del giorno

 

L’ammortamento ritardato è indeducibile

Il Fatto e il Diritto n. 4 del 24.02.2017 a cura di Gianfranco Antico

Mille-proroghe 2017: anticipazioni sul decreto convertito

News per i clienti dello studio n. 28 del 24.02.2017

In primo piano

 
20 febbraio 2017

La nuova IRI

Focus N. 7 del 20.02.2017 a cura di Ruggero Viviani - pag. 25

La corretta gestione delle imprese transita necessariamente attraverso un attento utilizzo delle risorse finanziarie. La forma di finanziamento più importante nell’ambito imprenditoriale è sicuramente costituita dall’autofinanziamento. L’importanza…
13 febbraio 2017

Ammortamento “Super” e “Iper” dopo i primi chiarimenti

Focus N. 6 del 13.02.2017 a cura di Michele Bana - pag. 36

L'art. 1 co. 91-94 e 97 della Legge n. 208/2015 aveva introdotto un'agevolazione, a beneficio di imprenditori e lavoratori autonomi, diretta ad incentivare gli investimenti in beni strumentali materiali nuovi, mediante il riconoscimento della…
6 febbraio 2017

L’assegnazione agevolata dei beni ai soci

Focus N. 5 del 06.02.2017 a cura di Ruggero Viviani - pag. 43

In un precedente intervento ci siamo occupati delle diverse problematiche contabili e fiscali connesse con l’assegnazione dei beni ai soci (si veda nostro Focus n. 1 del 09.01.2017). La fattispecie dell’assegnazione dei beni ai soci è stata…
30 gennaio 2017

Rivalutazione dei beni d’impresa nel bilancio d’esercizio 2016

Focus N. 4 del 30.01.2017 a cura di Michele Bana - pag. 17

L’art. 1, co. 556-562, Legge 11.12.2016, n. 232 ha riproposto la possibilità di iscrivere maggiori valori civilistici sui beni d’impresa, ad eccezione degli immobili-merce, e delle partecipazioni di controllo e collegamento, iscritti nel bilancio…
23 gennaio 2017

Legge di Bilancio 2017: ammortamento “super” e “iper”

Focus N. 3 del 23.01.2017 a cura di Michele Bana - pag. 34

L'art. 1 co. 91-94 e 97 della Legge n. 208/2015 aveva introdotto una agevolazione, a beneficio di imprenditori e lavoratori autonomi, diretta ad incentivare gli investimenti in beni strumentali materiali nuovi, mediante il riconoscimento della…
16 gennaio 2017

Le indagini finanziarie: ultimo sviluppo dell’istituto dopo il sopraggiungere del D.l. n.193/2016 e recente giurisprudenza della Cassazione

Focus N. 2 del 16.01.2017 a cura di Ruggero Viviani - pag. 38

Lo strumento accertativo basato sulle indagini finanziarie potrebbe rappresentare il canale più oggettivo seguito dall’amministrazione finanziaria per individuare sacche di evasione fiscale. Esso deve essere utilizzato sicuramente con buon senso,…
9 gennaio 2017

Criticità contabili e fiscali dell’assegnazione dei beni ai soci nelle società commerciali

Focus N. 1 del 09.01.2017 a cura di Ruggero Viviani - pag. 31

L’autoconsumo e l’assegnazione dei beni ai soci costituiscono operazioni non del tutto risolte, in termini contabili e fiscali, posto che gli OIC non si occupano specificamente del caso di specie e ai fini dell’Irap restano ancora aperti dei dubbi.…
19 dicembre 2016

La rinuncia al credito da parte del socio imprenditore: esempi e casi pratici

Focus N. 46 del 19.12.2016 a cura di Ruggero Viviani - pag. 18

La rinuncia al credito da parte del socio imprenditore è stata oggetto di restyling per mano del decreto internazionalizzazione. Il legislatore è intervenuto per disciplinare una fattispecie che può generare asimmetrie fiscali. Nel presente…
 

Notizie in evidenza

 
25 febbraio 2017

Estese alle società agricole le agevolazioni ICI

La Cassazione, con due recenti pronunce, ha illuminato due particolari aspetti della disciplina…
25 febbraio 2017

Decreti su spettanze agli ausiliari del magistrato da non registrare

Il decreto di pagamento delle spettanze agli ausiliari del magistratoex art. 168 del DPR n. 115/2002…
25 febbraio 2017

Per il canone RAI conta la decorrenza dei presupposti in dichiarazione

Con il provvedimento del 24 febbraio 2017 n. 39345, l’Agenzia delle Entrate ha sostituito il modello…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.
IBAN – IT33C0311152960000000033179

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26
Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it