Assistenza e informazioni

Tel. 035 43.762.62
Fax 035 62.222.26

Rubriche

 
 
13 marzo 2012

DL semplificazioni fiscali: le novità in materia di IVIE

Memory n. 107 del 13.03.2012 a cura di Riccardo Malvestiti

Secondo quanto previsto dal DL n. 201/2011 viene introdotta con l’articolo 19 la tassazione dei beni immobili all’estero. Il decreto salva Italia, infatti, prevede che i contribuenti che detengono all’estero beni immobili saranno assoggettati a un prelievo simile a quello previsto in relazione agli immobili situati sul territorio nazionale. Per effetto dell’articolo 19, a partire dal 2011 è istituita un'imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato. L'imposta è dovuta, come per l’IMU, proporzionalmente alla quota di possesso e ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso. L'imposta viene stabilita nella misura dello 0,76 per cento del valore degli immobili, considerando tale il costo risultante dall'atto di acquisto o dai contratti e, in mancanza, secondo il valore di mercato rilevabile nel luogo in cui è situato l'immobile. Secondo quanto previsto dal nuovo DL sulle semplificazioni fiscali (DL n. 16/2012 pubblicato in GU n. 52 del 02.03.2012), per evitare l’apertura di procedure d’infrazione rispetto a tale nuovo tributo, sono state introdotte alcune disposizioni che prevedono alcune ipotesi in cui può essere applicata l’aliquota ridotta prevista per l’abitazione principale e le relative detrazioni e una franchigia al di sotto della quale il contribuente non deve versare nulla a titolo di imposta.
Categorie:Redditi diversi  –  Unico e 730
 

ABC News

 
01-09-2015

Arrivano i codici tributo per i produttori indipendenti di audiovisivi

Con la risoluzione n. 77 di ieri l’Agenzia delle Entrate ha istituito i quattro codici tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante il modello…
01-09-2015

Reclamo e mediazione tributaria con un “nuovo volto”

Lo schema di decreto sulla riforma del contenzioso tributario, che attua l’art. 10 della L. 23/2014, contiene importanti novità relative al reclamo e…
01-09-2015

Il credito “dimenticato” non può essere utilizzato nel ricorso contro la cartella

Nel caso di omessa indicazione del credito IRES dell’anno precedente nella dichiarazione annuale ed omessa presentazione della dichiarazione…
01-09-2015

Plusvalenza da cessione d’impresa familiare imputabile al solo imprenditore

Tassazione della plusvalenza da cessione dell’impresa familiare esclusivamente in capo all’imprenditore: lo chiarisce l’Agenzia delle Entrate con la…
01-09-2015

La Consulta non ha salvato le omesse dichiarazioni ante 17 settembre 2011

Anche considerando i principi enunciati dalla Corte Costituzionale nella sentenza 8 aprile 2014 n. 80, resta punibile il soggetto che, per il tramite…
01-09-2015

La Rete del lavoro agricolo guarda anche a IVA e imposte sui redditi

Il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali ha ieri fatto il punto su due importanti aspetti dell’agricoltura in Italia:…
31-08-2015

Ravvedimento su ritenute e 770 possibile senza limiti temporali

Le violazioni commesse dai sostituti d’imposta (relative quindi all’applicazione/versamento delle ritenute nonché alla presentazione del modello 770)…
31-08-2015

ICI sui fabbricati, anche per le cooperative “vince” il requisito di ruralità

I fabbricati posseduti e utilizzati dalle società cooperative non andavano assoggettati a ICI, indipendentemente dalla loro iscrizione nel catasto dei…
31-08-2015

Acquiescenza “estesa” al contenzioso

Nel quaderno Eutekne 123 sono stati puntualmente esaminati tutti gli istituti deflativi del contenzioso presenti nell’ordinamento, mettendo in…
31-08-2015

Obblighi documentali e di certificazione per il bonus R&S

In merito al credito d’imposta per gli investimenti in attività di ricerca e sviluppo, le imprese beneficiarie sono tenute a conservare, con…
31-08-2015

Interpelli “sanzionati” nel prossimo futuro

Nelle varie bozze di decreto attuative della riforma fiscale sono presenti disposizioni sanzionatorie relative alla presentazione degli interpelli,…
31-08-2015

Spese incrementative su beni di terzi a prova di deducibilità

Dalla sentenza n. 16596/2015 della Cassazione è possibile desumere qualche interessante indicazione sul tema della deducibilità delle spese di…

© A.L Servizi s.r.l. - Società a responsabilità limitata con Unico Socio.
Tutti i diritti riservati. All rights reserved.
Sede Legale Via San Pio V n. 27 - 10125 - Torino
C.F. P.IVA Iscrizione Registro Imprese di Torino: 10565750014
Capitale Sociale € 50.000,00 i.v.

Sede operativa e uffici Via Bergamo, 25 - 24135 Curno (BG) - Tel. 035 43.762.62 - Fax 035 62.222.26

Si prega di far pervenire eventuale corrispondenza presso la sede operativa

E-mail: lalentesulfisco@alservizi.it