18 marzo 2024

Il concordato preventivo biennale

Focus n. 11 del 18.03.2024 a cura di Ruggero Viviani - pag. 20

Il concordato preventivo biennale - Focus n. 11 del 18.03.2024 a cura di Ruggero Viviani - pag. 20€ 10,00

+ IVA

Il concordato fiscale, disciplinato dal D.lgs. n. 13/2024, decreto attuativo della delega fiscale in materia di accertamento, contenuta nella Legge n. 111/2023, ha introdotto una novità epocale nell’ambito della tassazione dei redditi delle imprese, degli artisti e dei liberi professionisti. Infatti, per il biennio 2024 – 2025, i contribuenti titolari di partita iva di minori dimensioni saranno invitati dal fisco a tassare i redditi (ai fini delle imposte dirette e dell’IRAP) per le suddette annualità (solo per il 2024, per i forfetari, in via sperimentale) in base alla proposta avanzata individualmente dall’AdE. Al fine di perimetrare con maggiore precisione la platea del concordato, il decreto attuativo richiede il possesso di taluni requisiti in base ai quali detti contribuenti possono considerarsi “virtuosi” (tra questi, ad esempio, la mancanza di condanne penali ed il corretto adempimento degli obblighi fiscali in materia di presentazione delle dichiarazioni e di versamento delle imposte). La “dimensione fiscale”, necessaria per l’accesso al patto, viene fissata dall’appartenenza agli ISA e al regime forfetario. Attraverso il concordato biennale lo Stato intende incrementare il gettito, incentivando l’emersione del nero, rendendo possibile la pianificazione fiscale e riducendo l’attività di accertamento nei confronti dei soggetti che aderiscono alla proposta concordataria. Vengono previste specifiche ipotesi di “exit” per cause economiche e per l’accertata insussistenza dei requisiti “virtuosi” richiesti dalla normativa. La maggiore criticità che viene cristallizzata dal nuovo “sistema fiscale” è costituita dalla tassazione di redditi prospettici che desta qualche perplessità in merito al rispetto della capacità contributiva (art. 53, Cost) e del principio della tassazione dei redditi “posseduti”, fissato dall’art. 1 del tuir.
Categorie:Concordato preventivo
Il concordato preventivo biennale - Focus n. 11 del 18.03.2024 a cura di Ruggero Viviani - pag. 20€ 10,00

+ IVA

Le prossime Videoconferenze
CFP: 3
Videoconferenza: lavoro al computer 4
18 aprile 2024
Diretta: 9.30 - 12.30
€ 90,00
+ IVA

CFP: 3
Videoconferenza: accordo 3
22 aprile 2024
Diretta: 14.30 - 17.30
€ 90,00
+ IVA

CFP: 6
videoconferenza
23 aprile 2024
Diretta: 9.30 - 12.30
€ 180,00
+ IVA